i supermercati informeranno i clienti il ​​1 luglio

i supermercati informeranno i clienti il ​​1 luglio
i supermercati informeranno i clienti il ​​1 luglio
-

A partire dall’1ehm A luglio i supermercati dovranno informare i clienti quando la quantità di un prodotto è diminuita senza una variazione al ribasso del prezzo.

A partire dall’1ehm Luglio, tutti i supermercati francesi di oltre 400 metri quadrati dovranno informare i propri clienti quando un prodotto la cui quantità è diminuita senza una variazione al ribasso del prezzo sarà messo sugli scaffali, secondo un decreto del Ministero dell’Economia pubblicato su Giornale ufficiale questo sabato.

Questa misura, che recepisce gli annunci fatti a metà aprile dal governo, mira a combattere la “shrinkflation” – termine derivato da “to restringimento” in inglese -, una pratica costante per i produttori di beni di consumo, gli agroindustriali o i distributori ., per ridurre le quantità di prodotti venduti, anziché aumentarne significativamente i prezzi, in un contesto in cui i costi alimentari sono già aumentati del 20% in due anni. È il caso, ad esempio, delle confezioni di cereali, alcune delle quali hanno visto il loro peso alleggerirsi.

Apporre un’etichetta o un poster

Per rispettare il nuovo testo in vigore i supermercati saranno quindi tenuti ad apporre un’etichetta o un cartellone” visibile » E leggibile » vicino, o anche direttamente sulla confezione, di tutti i prodotti affetti da “shrinkflation”. Il consumatore troverà quindi la formula stabilita dal testo: Per questo prodotto, la quantità venduta è aumentata da X a Y e il suo prezzo (con precisione dell’unità di misura interessata) aumentato da » tale percentuale o tale importo in euro.

Leggi ancheCome l’INSEE dà la caccia alla “shrinkflation” che inganna i consumatori sui prezzi reali

Sono disciplinati dalla presente ordinanza i prodotti alimentari e non alimentari commercializzati in quantità costante (peso, volume). Sono invece esclusi i prodotti alimentari sfusi o preconfezionati la cui quantità può variare durante la preparazione, come quelli presenti nel reparto gastronomia dei supermercati.

-

PREV I pagamenti dei dividendi agli azionisti raggiungono livelli record
NEXT Un cenno all’Italia nel nuovo Café du Conservatoire de Genève