Un’Alpina della polizia restaurata nel garage del co-conduttore di Wheeler Dealers

Un’Alpina della polizia restaurata nel garage del co-conduttore di Wheeler Dealers
Un’Alpina della polizia restaurata nel garage del co-conduttore di Wheeler Dealers
-

Di Paolina Defoix
pubblicato su

1 maggio 24 alle 22:00

Vedi le mie notizie
Segui La rinascita di Neufchâtel

Sono passati quattro mesi da quando una squadra di quattro o cinque persone ha lavorato nel garage Méca Rétro Sport 76 a Saint-Hellier. (Senna Marittima) sta lavorando per restaurare un veicolo unico: a Alpino A110 Gendarmeria 1600 S del 1971.

Solo 14 veicoli di questo tipo

Questo veicolo che era acceso l’autostrada A1 nel settore Roye “è uno dei 14 veicoli di questo tipo”, spiega Jean-Yves Hardouin, responsabile della memoria meccanica del Museo nazionale della gendarmeria di Melun.

E solo quattro veicoli avevano questa configurazione.

Aurélien Letheux, meccanico a Saint-Hellier

Quest’auto, “era l’anello mancante dei veicoli di intervento rapido che disponiamo al museo della gendarmeria”, indica Jean-Yves Hardouin.

Più di 30 anni in un garage

Acquistata all’asta nel 1979 da un privato, l’Alpine cambierà prima colore, passando dal blu al bianco oltre a perdere ciò che la distingueva dalle altre, i suoi attributi da gendarmeria.

Fino all’inizio degli anni ’90 l’ha guidata il suo proprietario, poi l’ha lasciata in garage per più di 30 anni.

Fino a un anno fa «quando un amico, ex poliziotto, riuscì a convincerlo a venderla», racconta il responsabile della memoria meccanica del museo della Gendarmeria, che ha negoziato il prezzo e passato la pratica al fondo di dotazione .

Restaurato nel cuore di Varenne

È nel garage di uno dei meccanici più conosciuti del piccolo schermo grazie allo show Commercianti di ruoteAurélien Letheux che la Gendarmeria alpina A110 è attualmente in fase di restauro.

Video: attualmente su Actu

“Si tratta di un restauro totale. È quasi addirittura una ricostruzione», confida Aurélien Letheux.

Ogni parte viene rimossa, rinnovata e rimontata in modo che il veicolo sia identico a come era in passato.

In tutto, ci vorrà un anno e mezzo di lavoro perché la squadra del famoso meccanico di Brayon la ripristini la Berlinettacon l’obiettivo: “presentarlo al prossimo salone Rétromobile nel 2025”, dice.

E, naturalmente, prima di entrare nel Museo Nazionale della Gendarmeria a Melun.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV ripresa giudiziaria, a rischio 9.000 posti di lavoro
NEXT La Borsa di Casablanca chiude in rialzo