La vera Martha della serie “My Little Reindeer” spiega in un’intervista che volevamo tenderle una trappola

La vera Martha della serie “My Little Reindeer” spiega in un’intervista che volevamo tenderle una trappola
La vera Martha della serie “My Little Reindeer” spiega in un’intervista che volevamo tenderle una trappola
-

Fiona Harvey, che sarebbe colei a cui si ispirerà il personaggio di Martha nella serie, è stata ospite di Piers Morgan per un’intervista “in esclusiva mondiale”. In un post

Durante l’intervista, Fiona Harvey condivide le molestie online che sta subendo e ribadisce la sua intenzione di citare in giudizio Richard Gadd e Netflix. La giornalista è tornata anche sulle email e sui messaggi vocali che avrebbe inviato in quel momento al barista. Ciò comporterebbe più di 41.000 e-mail e 350 ore di messaggi vocali in un periodo di quattro anni. Per difendersi, Fiona Harvey afferma di aver inviato a Gadd solo una decina di email e 18 tweet.

“Sono io la vittima, non Richard Gadd”: la vera Martha di “My Little Reindeer” esce dal silenzio dopo aver ricevuto minacce di morte

In un’intervista con il Registrazione giornaliera, Fiona Harvey ha espresso la sua impressione dopo l’intervista con Piers Morgan. “Piers Morgan si è concentrato molto su Gadd e sulle e-mail che presumibilmente ho inviato. Ho i miei pensieri a riguardo che vorrei tenere per me ma non direi che sono felice. È stato molto veloce cercare di mettermi nei guai. Mi ha interrogato a un ritmo rapido per prendermi alla sprovvista”, dichiara. Spiega che gran parte dell’intervista si è concentrata sui messaggi che avrebbe inviato. “Piers continuava a dirmi: ‘Sei sicuro di non aver mandato a questo ragazzo 41.000 email e telefonate?’”.

Nella sua intervista con Morgan, Fiona Harvey assicura che la storia della serie è falsa e implica il suo creatore. “In genere penso che lui (Richard Gadd, ndr) ha problemi psichiatrici estremi… È un’opera di finzione. È un’opera di iperbole, come ho sempre detto. E ci sono due fatti veri lì. Il suo nome è Richard Gadd e lavora come barista pagato all’Hawley Arms. E ci siamo incontrati, due o tre volte…” Lei spiega Registrazione giornaliera dopo essersi difesa dal giornalista. “Ho detto: “Guarda, anche se ho inviato e-mail, questo non significa che sono colpevole di qualcos’altro”. Come ho detto, per presentare qualcosa come una storia vera, deve essere vera al 100%. Mi sentivo come se fossi intrappolato. Mi sento un po’ usato”, ammette.

E mentre l’intervista si trasformava in un vero e proprio incontro di boxe, Piers Morgan fece a Fiona una domanda che le dispiacque molto. “Mi ha chiesto se mi piaceva Richard Gadd e io ho detto che era uno scherzo“, disse Registrazione giornaliera.

-

PREV perché hanno deciso di togliersi le fedi nuziali durante la luna di miele? Lei ne rivela il motivo
NEXT “Ballando con le stelle”: Christophe Licata sbatte la porta dopo il dramma di Inès Reg/Natasha St-Pier?