I decessi ad Armuzna sono in calo rispetto allo scorso anno

I decessi ad Armuzna sono in calo rispetto allo scorso anno
I decessi ad Armuzna sono in calo rispetto allo scorso anno
-

JAKARTA – L’organisation du Hajj (PPIH) de l’Arabie saoudite a signalé que le nombre de pèlerins indonésiens décédés dans les phases Arafah, Muzdalifah et BN (Armuzna) en 2024 est diminué par rapport à la saison du Hajj de l’année ultima.

Il capo della sanità del PPIH, Indro Murwoko, ha detto che ci sono stati 40 partecipanti indonesiani all’hajj che sono morti durante questo periodo. Un totale di 11 persone sono morte ad Arafah e 29 persone sono morte a Euland.

“I pellegrini sono morti, sono 40 (persone) in totale. Secondo questi dati, i morti sono divisi nelle tende, nei presidi sanitari e negli ospedali in Arabia Saudita, sia ad Arafah che nella procura”, ha detto alla Mecca, sabato 22 giugno.

Il sistema informatico integrato Hajj (Saniyhat) ha registrato il numero di partecipanti all’Hajj morti dal periodo armuzna nel 2023 fino a 64 persone, di cui 13 persone sono morte ad Arafah e 51 persone sono morte a Euna.

Ha detto che i pellegrini indonesiani dell’Hajj morti in Terra Santa sono stati trattati secondo le procedure. Quando un Hajj muore, gli operatori sanitari scriveranno un certificato di morte (COD).

Successivamente, gli agenti si coordineranno con l’ufficio del sottodipartimento, l’ufficio di settore o l’ufficio finger per completare altri requisiti amministrativi, come la lettera di disponibilità a essere sepolti.

“Una volta che l’amministrazione è pronta, di solito viene consegnata a Maspravq o Maktab per il processo di acquisizione”, ha affermato.

Il periodo armuzna è iniziato l’8 Zulhijjah dalla partenza dei pellegrini indonesiani hajj da un hotel alla Mecca ad Arafah per sottoporsi al sukuf. Dall’Arafah, i pellegrini si sono spostati verso Muzdalifah per massacrare (espansione) e hanno continuato verso Kebin.

I pellegrini si trovano nel centro di detenzione da almeno tre giorni, dal 10 Zulhijjah. La fase di punta dell’hajj si è conclusa il 14 Zulhijjah, segnata dal ritorno dei pellegrini che hanno portato Nafar Tsani dal centro di detenzione al Macka Hotel.

Dato il clima caldo in Arabia Saudita, in attesa dell’orario di rientro, Indro ha consigliato ai pellegrini di limitare le loro attività dall’hotel. Soprattutto per i pellegrini con condizioni di salute ad alto rischio (critici) e le persone anziane (anziani).

Secondo lui, l’idea che trascorrere il resto del tempo in Terra Santa per aumentare l’attività senza preoccuparsi delle condizioni di salute è falsa. In effetti, può essere pericoloso.

Tag: ibadah haji 2024 jemaah haji indonesia arabo saudita mecca

-

PREV Finanza: le società a piccola e media capitalizzazione si ribellano
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole