Giornata Nazionale dei Popoli Indigeni: una cerimonia sotto il segno del caribù

Giornata Nazionale dei Popoli Indigeni: una cerimonia sotto il segno del caribù
Giornata Nazionale dei Popoli Indigeni: una cerimonia sotto il segno del caribù
-

“È da moltissimo tempo che gli indigeni del Quebec ci chiedono di agire contro i caribù”, ha ricordato Guilbeault. “Abbiamo provato a negoziare con il governo del Quebec per trovare una soluzione, ma sfortunatamente non è stato possibile”.

Il capo dell’Assemblea delle Prime Nazioni del Quebec e Labrador, Ghislain Picard, ha insistito sul fatto che il Quebec ha il “dovere” di “unirsi a una strategia di lotta per la biodiversità.

Verso un decreto federale

Ottawa ha messo in atto la sua minaccia questa settimana adottando ufficialmente misure per imporre un decreto al Quebec per obbligare la provincia a proteggere tre popolazioni di caribù, vale a dire quelle di Val-d’Or, Charlevoix e Pipmuacan.

Il ministro Guilbeault ha annunciato che il governo federale sta avviando consultazioni per definire l’entità delle potenziali zone di protezione e la portata dei divieti contenuti nel decreto di emergenza volto a proteggere il caribù, “in seguito al fallimento del governo del Quebec”.

Nel mirino del decreto sono gli habitat delle tre popolazioni di caribù boschivo “più a rischio del Canada”, secondo il ministro dell’Ambiente, vale a dire Val-d’Or, Charlevoix e Pipmuacan.

Anche le due popolazioni di caribù della Gaspésie potrebbero essere oggetto di un decreto.

«Pour celles de la Gaspésie, j’attends un rapport des experts et scientifiques du Service canadien de la faune et d’Environnement Canada pour voir si on devrait le faire», a indiqué le ministre Guilbeault en entrevue avec La Presse Canadienne, mercredi après -Mezzogiorno.

In Val-d’Or, Charlevoix e Pipmuacan “limiteremo molto le attività industriali” nelle zone residenziali. “Pensiamo quindi in particolare al disboscamento”, ha spiegato il ministro, aggiungendo che potrebbero essere prese di mira anche altre attività.

In alcune regioni, l’industria forestale priva i caribù del loro habitat e del loro cibo. Inoltre, le strade forestali favoriscono lo spostamento dei predatori naturali dei caribù, ha ricordato il ministro Guilbeault.

“Il Quebec possiede circa 500.000 chilometri di strade forestali. E queste strade, essenzialmente, sono autostrade per i predatori. Ciò consente ai predatori come orsi e lupi di muoversi molto rapidamente. E questo è uno dei motivi del declino dei caribù”, quindi “potremmo forse prendere di mira alcune di queste strade e rimboschirle poiché non sono più utilizzate dall’industria forestale. Quindi, ci sono diverse cose del genere che potremmo mettere in atto”, ha detto il ministro.

Tre popolazioni a rischio

Il Quebec ospita circa il 15% della popolazione di caribù boreale del paese, chiamati anche caribù dei boschi.

In un documento informativo sul decreto, Environment and Climate Change Canada ricorda che le popolazioni di Val-d’Or e Charlevoix vivono tutto l’anno in recinti con rispettivamente 9 e 30 individui.

“Val-d’Or ha già varcato la soglia della virtuale scomparsa e Charlevoix resta molto vicina a raggiungere questa soglia. Con meno di 300 animali, la popolazione di Pipmuacan potrebbe superare questa soglia in circa 10 anni”, si legge nel documento pubblicato mercoledì.

Con la stampa canadese

-

PREV cosa sappiamo di questa scoperta rivelata da uno studio scientifico
NEXT Durante il Prime Day Amazon taglia il prezzo dello scooter elettrico Max G30E II