DEBITO FX CANADA – Il dollaro canadese riduce i guadagni settimanali dopo il calo delle vendite al dettaglio di maggio

DEBITO FX CANADA – Il dollaro canadese riduce i guadagni settimanali dopo il calo delle vendite al dettaglio di maggio
DEBITO FX CANADA – Il dollaro canadese riduce i guadagni settimanali dopo il calo delle vendite al dettaglio di maggio
-

Venerdì il dollaro canadese è caduto contro la sua controparte statunitense, ampiamente più forte, dopo che i dati nazionali preliminari hanno mostrato un calo delle vendite al dettaglio a maggio, ma il movimento è stato limitato dopo che gli speculatori hanno accumulato ampie posizioni corte nella valuta.

Il loonie è stato scambiato in ribasso dello 0,2% a 1,3710 per dollaro USA, o 72,94 centesimi USA, dopo aver toccato il livello più alto dal 7 giugno a 1,3675.

Durante la settimana, la valuta è cresciuta dello 0,2%, registrando la seconda settimana consecutiva di guadagni modesti.

“Penso che una delle ragioni dei guadagni del CAD questa settimana possa essere trovata nel posizionamento sul mercato”, ha detto in una nota Shaun Osborne, capo stratega valutario di Scotiabank.

“I trader e gli investitori sono stati costantemente ribassisti sul CAD negli ultimi mesi, ma le posizioni estremamente corte sul CAD hanno spesso coinciso con una sorta di rimbalzo del CAD, con posizioni corte stanche o più deboli che coprivano in assenza di ulteriori perdite sul CAD.”

Gli speculatori hanno aumentato le loro scommesse ribassiste sulla valuta a un livello record, come mostrano i recenti dati della Commodity Futures Trading Commission degli Stati Uniti…

Le vendite al dettaglio canadesi sono aumentate dello 0,7% ad aprile, rispettando le aspettative, poiché le vendite alla pompa hanno incrementato i numeri complessivi. Una stima flash ha mostrato un calo dello 0,6% a maggio.

“La tendenza generale della spesa indica un rallentamento, con il tasso di crescita medio su tre mesi che si è appena spostato in territorio positivo in aprile, per poi fare marcia indietro a maggio”, ha detto in una nota Maria Solovieva, economista di TD Economics.

Il dollaro USA è salito ai massimi di sette settimane contro un paniere delle principali valute, poiché l’approccio paziente della Federal Reserve al taglio dei tassi di interesse è in contrasto con quello delle sue controparti più pessimiste, inclusa la Banca del Canada.

I rendimenti dei titoli di Stato canadesi sono aumentati lungo tutta la curva. Il titolo a 10 anni è salito di 1,2 punti base al 3,358%, dopo aver toccato martedì il minimo in quattro mesi e mezzo del 3,258%. (Segnalazione di Fergal Smith; Scrittura di Josie Kao)

-

PREV I contadini-oste dello Strohberg, “soprattutto contadini, siamo qui per mantenere bella la montagna”
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole