Gabriel Attal avverte che Jean-Luc Mélenchon sarà primo ministro se vince la sinistra

Gabriel Attal avverte che Jean-Luc Mélenchon sarà primo ministro se vince la sinistra
Gabriel Attal avverte che Jean-Luc Mélenchon sarà primo ministro se vince la sinistra
-

Durante una conferenza stampa tenuta giovedì 20 giugno presso la sede del partito Rinascimentale, il primo ministro Gabriel Attal ha criticato aspramente i programmi del Raggruppamento Nazionale e del Nuovo Fronte Popolare, che si ostina a chiamare Nupes, a meno di due settimane dal primo turno. delle elezioni legislative anticipate previste per il 30 giugno.

“I Nupes uniti dietro LFI sono il campo del compromesso e della dissimulazione”, ha dichiarato, sottolineando i legami con l’estrema sinistra e un programma “il cui costo è contestato da tutti”.

Mathilde Panot, Manuel Bompard, Yannick Jadot, Marine Tondelier, il segretario generale del Partito socialista Olivier Faure e il segretario nazionale del Partito comunista Fabien Roussel partecipano a una conferenza stampa a Parigi, venerdì 14 giugno 2024Foto AP/Thomas Padilla

Gabriel Attal ha denunciato anche un “insabbiamento mantenendo una cortina di fumo sull’identità dell’inquilino di Matignon in caso di vittoria di Nupes”. “Sembra che non siano d’accordo su un nome, fingono di non essere d’accordo su un nome, eppure il risultato è scontato”, ha scherzato. Ha continuato dicendo: “Lo hanno detto loro stessi, il gruppo più numeroso di Nupes sceglierà il primo ministro e il gruppo che ha più candidati e più abbandoni è France Insoumise. C “È lei che ha già imposto il suo programma e le sue idee sugli altri partiti di sinistra.”

“In caso di vittoria dei Nupes, il primo ministro sarebbe necessariamente Jean-Luc Mélenchon”, ha concluso. Secondo Gabriel Attal, i candidati presentati dalla maggioranza presidenziale sono “gli unici coerenti” in queste elezioni, accusando le opposizioni di aver puntato su “combinazioni di espedienti”.

-

PREV perché hai bisogno di vedere di nuovo questo gioiello
NEXT questa incredibile foto che mostrerebbe il proiettile poco prima che colpisca l’ex presidente degli Stati Uniti