questo messaggio ricevuto dalla NASA ha percorso 24 miliardi di chilometri

questo messaggio ricevuto dalla NASA ha percorso 24 miliardi di chilometri
questo messaggio ricevuto dalla NASA ha percorso 24 miliardi di chilometri
-

Dopo sette lunghi mesi di silenzio, la sonda interstellare Voyager 1 è finalmente tornata in servizio. A 24 miliardi di chilometri dalla Terra, ha ricominciato a inviare segnali leggibili alla NASA.

Ha 47 anni eppure la sonda Voyager 1 non intende interrompere presto la sua avventura spaziale. Da diversi giorni invia finalmente alla NASA un flusso regolare di dati scientifici leggibili. A circa 24 miliardi di chilometri, la sonda aveva incontrato diverse difficoltà importanti nel novembre 2023, tanto da temere la fine della sua missione.

riparazione a lunga distanza

La sonda, infatti, aveva improvvisamente smesso di comunicare in modo coerente con la sua base, inviando ai ricercatori righe di informazioni indecifrabili. Gli ingegneri della NASA hanno comunque analizzato rapidamente il problema, compito complicato dalla distanza e dal tempo necessario per inviare e ricevere messaggi: due giorni in totale. Si ritiene che questi mesi di silenzio siano il risultato della memoria danneggiata del computer della Voyager 1.

Sebbene i primi messaggi leggibili siano stati catturati sulla Terra in aprile, è stato tuttavia necessario rimettere in funzione i quattro strumenti scientifici della sonda: un analizzatore di particelle cariche, un sensore di plasma, un raggio cosmico e un magnetometro.

La Voyager 1 è attualmente la macchina creata dall’uomo più lontana dalla Terra, quindi questa riparazione a lunghissima distanza è un’impresa per gli ingegneri della NASA.

La sonda ha quindi ripreso le sue funzioni, condividendo con i ricercatori dati provenienti dai confini dello spazio. Inviate nel 1977 con la Voyager 2, le due sonde viaggiano nello spazio interstellare, oltre l’elioscopio. Per il momento, la missione della Voyager 1 si estende fino al 2025, con una durata massima che dovrebbe durare fino al 2030. Una longevità inaspettata dalla NASA.

-

PREV Isère: la famiglia di un giovane skateboarder, investito a morte da un’auto, vuole capire cosa sia successo
NEXT Cannoniere senza trofeo, Harry Kane vuole riparare l’anomalia: “Scambierei tutta la mia carriera per vincere questa finale”