Orne: due morti e quattro feriti in un incidente che coinvolge una Clio – LINFO.re

Orne: due morti e quattro feriti in un incidente che coinvolge una Clio – LINFO.re
Orne: due morti e quattro feriti in un incidente che coinvolge una Clio – LINFO.re
-

La mattina di domenica 16 giugno si è verificato un terribile incidente a Neauphe sous Essai, cittadina situata nell’Orne. Un’auto con a bordo sei giovani è uscita di strada uccidendone due. Feriti ma lievemente gli altri quattro occupanti.

Il ventesimo

Nel luogo denominato ‘Les trois Cornes’, sulla strada dipartimentale 438 in direzione Alençon-Sées, nei pressi di Neauphe-sous-Essai, intorno all’1 di notte (ora francese) di domenica 16 giugno, si è verificato un tragico incidente. Dopo un tratto a due corsie, un’auto ha sbandato in una curva ed è finita su una proprietà privata, colpendo violentemente un albero. A bordo della Renault Clio c’erano sei giovani residenti dellaOrne, tutti ventenni. Le conseguenze furono devastanti: due passeggeri, una giovane donna di 19 anni e un giovane di 23 anni, entrambi nella parte posteriore del veicolo, hanno perso la vita. Michel Tessier, vicesindaco di Neauphe-sous-Essai, ha confermato questa informazione, riferisce Francia Blu.

> Leggi anche: Orne: una madre e i suoi tre figli perdono la vita in un incendio

I medici vivevano nella proprietà

Gli altri quattro passeggeri, compreso l’autista, hanno riportato ferite lievi e sono stati trasportati negli ospedali di Alençon e Argentan. I medici residenti nella struttura dove è finita l’auto sono stati allertati dal rumore dell’incidente. Giunti nel giardino, si sono purtroppo accorti della morte dei due giovani. Hanno subito prestato i primi soccorsi agli altri occupanti prima che arrivassero i soccorsi. È in corso un’indagine, sotto la responsabilità della gendarmeria Sées.

> Vedi di più notizie dalla Francia su LINFO.re

-

PREV il colosso Marathon Oil riceve una multa record per le sue emissioni di gas serra
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole