Bartoli vuole vedere una “partita di riferimento” di Mbappé prima dell’Euro, per l’ultima con il Parigi

Bartoli vuole vedere una “partita di riferimento” di Mbappé prima dell’Euro, per l’ultima con il Parigi
Bartoli vuole vedere una “partita di riferimento” di Mbappé prima dell’Euro, per l’ultima con il Parigi
-

Marion Bartoli non riesce a immaginare Kylian Mbappé perdere la sua ultima partita con il PSG, sabato nella finale della Coupe de France. Potrebbe essere catastrofico per la sua fiducia prima dell’Euro che inizierà tra meno di un mese, ha stimato nelle Grandes Gueules du Sport sabato mattina su RMC.

Riuscire nella tua uscita. Per liberare la frustrazione accumulata e affrontare con più serenità un importante punto di svolta nella sua giovane carriera. Kylian Mbappé giocherà sabato sera, nella finale della Coupe de France, l’ultima partita della sua carriera con la maglia del Paris Saint-Germain, club che gli ha dato tutto e al quale spera di poterne offrire un’ultima volta. trofeo, dopo diversi mesi di una relazione tesa.

“Non accetterà di finire in modo pietoso. Sarà un punto d’onore indossare questa maglia per l’ultima volta realizzando un risultato personale che cambierà il risultato di questa squadra”, immaginava Marion Bartoli in carica. spettacolo Les Grandes Gueules du Sport, su RMC.

Luis Enrique mette in dubbio da tempo la partecipazione a questo incontro del prodigio di Bondy, lasciato a riposo nelle ultime due partite, ma il tecnico asturiano gli aveva assicurato il giorno prima in conferenza stampa, Kylian Mbappé sarà titolare per l’ultimo appuntamento del suo giro d’addio.

E anche se l’affermazione dello spagnolo è stata impreziosita da un sorriso malizioso che ha seminato confusione sulle sue reali intenzioni, c’è da scommettere che sarà il campione del mondo 2018 a dare il via all’incontro. Ma in quale stato d’animo?

“Inizierà a dubitare”

Gli ultimi mesi di Kylian Mbappé al PSG non sono stati i più convincenti in campo. Da quando l’annuncio della sua partenza è trapelato alla stampa a febbraio, l’attaccante stella del club della capitale ha visto il suo status declinare insieme alle sue prestazioni in un clima caldo che col tempo si è normalizzato.

Ci siamo dovuti abituare a vedere questo giocatore straordinario, e per molto tempo trattato come tale, seduto in panchina o partecipando solo a metà delle partite. L’interessato è riuscito a raggiungere questo obiettivo? Niente è meno certo poiché nelle ultime settimane è sembrato disconnesso dai suoi partner sul campo. Preoccuparsi prima dell’Euro?

“Per lui e soprattutto per l’Euro è fondamentale finire bene”, ha giudicato Marion Bartoli. “È da moltissimo tempo che non abbiamo una partita di riferimento di Kylian Mbappé. È quasi obbligato a fare una grande prestazione, anche per lui, per rassicurarsi prima dell’Europeo. Altrimenti, durante tre settimane di preparazione, Ho molti dubbi, anche se si tratta di Kylian Mbappé e lui ha molte certezze. Inizierà a dubitare della sua capacità di andare in Francia e produrre gioco.

Kylian Mbappé non avrà tempo per respirare. Da lunedì i giocatori convocati da Didier Deschamps inizieranno la preparazione agli Europei con il raduno a Clairefontaine. Poi giocherà una prima partita di preparazione una settimana dopo a Metz contro il Lussemburgo (mercoledì 5 giugno), prima di proseguire a Bordeaux contro il Canada (domenica 9 giugno). Mercoledì 12 giugno i Blues voleranno in Germania e al loro campo base situato a Paderborn. L’ingresso nella competizione della squadra francese è previsto per lunedì 17 giugno a Düsseldorf, contro l’Austria.

Articoli principali

-

PREV Euro 2024: Scozia – Svizzera: la partita che non hai visto
NEXT Johan Cupit, un imputato violento che sostiene la teoria dell’incidente