“Certo che sono preoccupato.”

“Certo che sono preoccupato.”
“Certo che sono preoccupato.”
-

Fermato venerdì in semifinale a Ginevra da Tomas Machac, Novak Djokovic, che ha fatto sapere di aver sofferto nuovamente di mal di pancia contro il ceco, non nasconde la sua preoccupazione prima di andare a difendere il suo titolo al Roland-Garros. Il numero 1 del mondo non si considera un favorito per il torneo di Parigi.

Nessun titolo, nessun finale, tanta incertezza e anche tanta apprensione. Per la prima volta è un Novak Djokovic molto scettico sulle prestazioni che potrà ottenere a Parigi a dirigersi verso il Roland-Garros un anno dopo la sua terza incoronazione sulla terra battuta di Porte d’Auteuil. Il numero 1 del mondo aveva deciso all’ultimo minuto di modificare il suo programma e di giocare il torneo di Ginevra, proprio per rassicurarsi. Purtroppo per il serbo, fallisce ancora e si ferma in semifinale, battuto in tre set da Tomas Machac.

Ennesima delusione per il “Djoker”, che ha visto risvegliarsi i suoi tremori anche durante questa partita, durante la quale ha sofferto nuovamente anche di mal di pancia. “Non ho passato una bella serata e oggi (venerdì) è stata dura. Ho avuto delle sensazioni terribili durante la prima parte della partita”, ha rivelato il numero 1 del mondo nel post partita, senza però dimenticare di congratularsi con il suo vincitore di giornata (“Non voglio togliergli alcun merito, ha meritato il suo vittoria”), e che oggi incrocia solo le dita per “essere pronto e in salute per il Roland-Garros”.

Djokovic: “Non mi vedo favorito”

Ma senza nascondere il timore reale di non poter assumere il suo status a Parigi. “Certo che sono preoccupato. Quest’anno non ho giocato per niente bene, a parte qualche partita qua e là. Le cose stanno come stanno (…) Cercherò di prendere le partite una dopo l’altra”, riconosce Djokovic, precisando che forse non dobbiamo aspettarci nessuna impresa da lui quest’anno nella capitale.

“Non mi vedo come un favorito.” Ricordiamo che il vincitore di 24 titoli del Grande Slam inizierà il suo torneo contro il fantasma francese Pierre-Hugues Herbert. “Dovremo tirare fuori potenzialmente la partita più bella della mia vita”, lo sa già l’alsaziano, pronto ad approfittare eventualmente di un Djokovic che non sarebbe pronto per lui.

-

PREV Pavon secondo dietro a De Chambeau prima dell’ultima giornata degli US Open
NEXT cosa succede a Ismaël Boura?