Trump afferma di avere prove dell’FBI che dimostrano che Biden lo voleva morto

Trump afferma di avere prove dell’FBI che dimostrano che Biden lo voleva morto
Trump afferma di avere prove dell’FBI che dimostrano che Biden lo voleva morto
-

Donald Trump sottolinea ancora una volta la campagna presidenziale americana con il botto. L’ex presidente ha suggerito che un mandato di perquisizione dell’FBI per la sua residenza in Florida nel 2022 dimostrava che il presidente Joe Biden lo voleva morto.

Le osservazioni incendiarie sono arrivate dopo che i documenti del tribunale che delineavano i piani per la perquisizione della polizia federale sono stati resi pubblici. Donald Trump è sotto processo per aver maneggiato documenti riservati rinvenuti nella sua residenza di Mar-a-Lago in Florida, dopo la sua partenza dalla Casa Bianca.

Trump critica il “raid PROGETTABILE a Mar-a-Lago”

I documenti del tribunale contengono il linguaggio standard dell’FBI secondo cui i suoi agenti sono autorizzati a usare la forza mortale se qualcuno è in pericolo imminente. Ma Donald Trump, che dovrà affrontare Joe Biden alle elezioni presidenziali di novembre, ha assicurato che il testo dimostra che gli agenti erano pronti a sparargli e a danneggiare la sua famiglia.

“È stato appena rivelato che il Dipartimento di Giustizia di Biden è stato autorizzato a usare la FORZA MORTALE nel suo raid NONOSTANTE a Mar-a-Lago. Sapete che non vedono l’ora di fare l’impensabile…”, ha scritto il candidato di destra in una e-mail chiedendo donazioni, secondo i media americani. “Joe Biden era pronto a estrarre la sua arma per eliminarmi e mettere in pericolo la mia famiglia. Pensa di potermi spaventare, intimidire e buttarmi giù! “, Ha aggiunto.

È questa l’ultima accusa mossa da Donald Trump al suo rivale democratico. Afferma costantemente, e senza prove, che il presidente sta usando la giustizia contro di lui.

Il campo democratico denuncia affermazioni “strane e pericolose”.

Il leader della maggioranza democratica al Senato, Chuck Schumer, ha invitato tutti i funzionari eletti a condannare i commenti “strani e pericolosi” dell’ex inquilino della Casa Bianca. “Non possiamo lasciare che quest’uomo, Donald Trump, o chiunque altro, lanci questo tipo di fiammiferi per accendere fiamme che potrebbero consumare la nostra democrazia”.

Anche dal suo campo sono arrivate le critiche. Liz Cheney, che è stata leader repubblicana al Congresso prima di diventare una delle principali critiche al magnate degli affari, ha affermato che Donald Trump è “instabile”. “Sa che è una bugia che potrebbe provocare ancora una volta violenza da parte di coloro che lo seguono ciecamente”, ha scritto su X. D’altra parte, la ferocemente trumpista Marjorie Taylor Greene ha affermato che il Dipartimento di Giustizia e il L’FBI aveva dato il “via libera” a questo assassinio.

Tuttavia, il giorno della perquisizione, Donald Trump non era in Florida. In una rara dichiarazione, l’FBI ha assicurato che “in questo caso non vi è stata alcuna deviazione dalla norma”.

-

PREV Morte di Olivier Battesti, papà di Mamemo
NEXT Legislativa: la CGT invita a votare per il Nuovo Fronte Popolare, cosa dicono gli altri sindacati e organizzazioni padronali? | LCP