Cyril Tetuanui: “Penso che ci stia davvero portando per meno di niente”

Cyril Tetuanui: “Penso che ci stia davvero portando per meno di niente”
Cyril Tetuanui: “Penso che ci stia davvero portando per meno di niente”
-

Invitato al telegiornale di lunedì 20 maggio, il sindaco di Tumaraa, presidente anche della comunità dei comuni di Havai e dell’unione per la promozione dei comuni, ha reagito all’emendamento presentato dai tre deputati polinesiani all’Assemblea nazionale . Un emendamento che potrebbe modificare lo status della Polinesia.

Il 10 maggio all’Assemblea Nazionale, in un esame approfondito del disegno di legge sull’elettorato della Nuova Caledonia, i tre deputati polinesiani Tematai Legayic, Steeve Chailloux e Mereana Reid-Arbelot, hanno presentato un emendamento che potrebbe modificare lo statuto della Polinesia.

Secondo il testo, tutti i poteri dello Stato sui comuni verrebbero trasferiti definitivamente al Paese. Solo che i comuni e i loro eletti non sono mai stati consultati. Cyril Tetuanui, sindaco di Tumaraa, ma anche presidente della comunità dei comuni di Havai e anche presidente dell’Unione per la promozione dei comuni (SCP), ritiene che i tre deputati volessero approvare in forze. “Penso che ci stia davvero portando via per meno di niente“, ha dichiarato sull’altopiano della Polinesia il 1°, lunedì 20 maggio.

“Il minimo che possiamo fare è discutere prima tra i Tavana, tra la popolazione, e poi portare l’emendamento al livello dell’Assemblea nazionale e non agire così alle spalle dei Tavana”

Cirillo Tetuanui

Journal de Polynésie la 1ère da lunedì 20 maggio 2024

Abbiamo detto ai tre deputati: prima di presentare emendamenti dobbiamo comunque consultare la Tavana e la popolazione. Vogliono cambiare il nome della Polinesia in Maohi Nui. Penso che sia comunque importante consultarsi prima.”

Se Oscar Temaru ritiene che la gioventù vada spesa, Cyril Tetuanui gli parla invece di “immaturità” e di “mancanza di saggezza“dai funzionari eletti.”Il minimo che possiamo fare è discutere prima tra la tavana, tra la popolazione, e poi portare l’emendamento al livello dell’Assemblea nazionale e non fare così alle spalle della tavana.“(…) Era un colpo di stato politico quello che i tre deputati volevano fare.

Il presidente dell’SCP ha chiesto alla sua squadra di consultare tutta la tavana. Quest’ultimo, secondo Cyril Tetuanui, ha dato una risposta negativa in relazione a “a questo progetto che Tematai (Nota del redattore: Tematai Legayic) ha voluto presentare informazioni riguardanti questa riforma costituzionale“.

Altro problema sollevato: i sindaci hanno lamentato anche la mancata consultazione durante la consultazione sugli orari scolastici. Da allora la situazione si è calmata, dice il sindaco di Tumara. “È vero che inizialmente il ministro voleva intraprendere quest’avventura da solo. Ci hanno accolto recentemente e ci hanno rassicurato: tutte le spese extrascolastiche non saranno a carico dei Comuni, sarà il Paese o saranno i genitori a scegliere l’orario scolastico.

Per quanto riguarda la nuova versione della legge fiscale che potrebbe essere revocata, il ministro dell’Economia aveva accennato, senza troppa convinzione, alla conseguente riduzione della cassa di perequazione intercomunale (FIP). Questo fondo è davvero minacciato? “Non subito“, risponde Cyril Tetuanui ma si dice preoccupato. ” Se oggi la FIP è stabile, abbiamo riserve (…) Se c’è ancora un problema finanziario nell’economia del paese, possiamo resistere altri quattro anni (…) Questa legge fiscale ci preoccupa.”

Per quanto riguarda i rifiuti, il presidente lo aveva annunciato all’inizio del suo mandato e aveva proposto che il paese riprendesse la responsabilità del trattamento dei rifiuti. “A Raiatea ci siamo incontrati almeno tre volte su questo argomento. Ho incontrato due volte il presidente del Paese, ho incontrato il vicepresidente per trovare una soluzione per Raiatea e non abbiamo una risposta. E sulla richiesta di trasferire questa competenza sul trattamento dei rifiuti, oggi, penso che tutti i Comuni abbiano risposto favorevolmente a riportare questa competenza al Paese ma ora non sappiamo dove siamo oggi e quando questa competenza verrà trasferita“.

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India