l’intersindacato invoca una giornata delle “prigioni morte” ovunque in Francia

l’intersindacato invoca una giornata delle “prigioni morte” ovunque in Francia
l’intersindacato invoca una giornata delle “prigioni morte” ovunque in Francia
-

Agenti penitenziari in lutto e arrabbiati. Dopo la morte di due di loro nell’attacco a un furgone questo martedì 14 maggio a Eure, diversi sindacati chiedono di bloccare le azioni.

“I nostri sindacati chiedono il blocco di tutti gli istituti e strutture carcerarie per esprimere la nostra emozione e in sostegno dei nostri colleghi morti in servizio”, scrivono in un comunicato stampa congiunto FO Giustizia, Ufap-Unsa Giustizia, CGT-Pénitentiaire e SPS sindacati.

Un’azione rinnovabile

“Questo giorno deve essere il giorno delle ‘Carceri Morte’ e potrebbe essere rinnovabile. Chiediamo inoltre di onorare i nostri colleghi con un minuto di silenzio domani alle 11:00 in tutta la nostra amministrazione”, si legge nel comunicato stampa.

L’intersindacato chiede anche una serie di misure per garantire la sicurezza degli agenti, in particolare “la riduzione drastica delle estrazioni favorendo l’uso della videoconferenza da parte dei magistrati o i loro spostamenti negli stabilimenti”.

“Chiediamo domani un’audizione con il ministro della Giustizia e i suoi servizi per discutere tutti i punti e quelli che ne derivano”, conclude l’intersindacato.

Articolo originale pubblicato su BFMTV.com

-

PREV Lando Norris sciocca Max Verstappen
NEXT Viaggiatori al Kinepolis Braine-l’Alleud: una partenza annunciata per questa domenica, “spero che questa promessa venga rispettata”