L’Europa aumenta le iniezioni di gas naturale a fronte della crescente domanda

L’Europa aumenta le iniezioni di gas naturale a fronte della crescente domanda
L’Europa aumenta le iniezioni di gas naturale a fronte della crescente domanda
-

Con l’arrivo dell’estate, l’Europa si prepara ad un aumento significativo della domanda energetica a causa delle previsioni di temperature più elevate. Trader e analisti di S&P Global Commodity Insights riferiscono che le iniezioni di gas naturale sono iniziate all’inizio di quest’anno, con le riserve già al 62,32% della capacità alla fine di aprile, un inizio record pluriennale.

Tassi di iniezione e confronti storici

Storicamente, il mese di maggio è un periodo chiave per l’aumento delle iniezioni di gas. Tra il 2020 e il 2023, infatti, i tassi di iniezione nel mese di aprile sono stati in media intorno allo 0,16% al giorno, mentre nel mese di maggio sono quasi raddoppiati, raggiungendo lo 0,32% circa al giorno. Si prevede che questi tassi rimarranno elevati fino alla fine dell’estate, con giugno, luglio, agosto e settembre che mostreranno tassi rispettivamente di circa 0,23%, 0,28%, 0,28% e 0,18%.

Strategie previste per le iniezioni di maggio

David Lewis, analista di GNL presso S&P Global, suggerisce che le iniezioni di maggio saranno particolarmente aggressive, dopo i grandi prelievi di aprile. Tuttavia, nonostante i ritiri, le scorte dell’UE hanno chiuso aprile con 4,5 miliardi di metri cubi (Bcm) di gas in più rispetto all’anno precedente. Questa situazione rafforza la capacità dell’Europa di far fronte all’aumento della domanda durante i mesi estivi.

Condizioni climatiche e flussi norvegesi

Le condizioni climatiche in Asia, previste più fresche a maggio, potrebbero reindirizzare alcuni carichi di GNL inizialmente destinati all’Europa. Tuttavia, un recente aumento dei prezzi presso l’hub europeo Title Transfer Facility (TTF) ha reso il continente più attraente per i carichi di GNL. Determinante è anche la performance della Norvegia, un fornitore chiave. Se la Norvegia manterrà flussi robusti, l’Europa sarà in grado di continuare le sue iniezioni e riempire rapidamente le sue riserve. Tuttavia, la manutenzione straordinaria potrebbe aumentare i prezzi e scoraggiare le iniezioni nel mese di maggio.

Reazioni alle condizioni di mercato

Nonostante le scorte elevate, gli operatori di mercato prevedono un secondo trimestre rialzista a causa dei rischi incombenti. L’Europa ha già raggiunto il suo obiettivo di riempire le scorte di gas al 90% per l’anno ben prima della scadenza del 1° novembre, posizionando il mercato in grado di soddisfare i requisiti fino all’inverno.

Aspettative per la stagione delle iniezioni

Fonti di mercato prevedono che le iniezioni si intensificheranno con l’aumento delle temperature, riducendo la necessità di prelievi per il riscaldamento. Sebbene la domanda di gas per il raffreddamento sia presente in Europa, in particolare nel Mediterraneo, essa non compete con la domanda per il riscaldamento. Gli analisti di S&P Global prevedono che le tendenze rialziste emergenti potrebbero aiutare a mantenere i prezzi sostenuti per tutta l’estate.

I preparativi dell’Europa per soddisfare la crescente domanda di energia quest’estate implicano una gestione proattiva delle scorte di GNL e strategie di iniezione adattative. Mentre il continente si avvia verso un’estate potenzialmente instabile, le decisioni prese adesso avranno un impatto significativo sulla stabilità energetica dell’Europa nei mesi a venire.

-

PREV La campagna commerciale di Trump e Biden segue i barbieri
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez