Nizza. Questo nuovo ristorante sostituisce un’istituzione: “Abbiamo fatto evolvere il business”

Nizza. Questo nuovo ristorante sostituisce un’istituzione: “Abbiamo fatto evolvere il business”
Nizza. Questo nuovo ristorante sostituisce un’istituzione: “Abbiamo fatto evolvere il business”
-

Di

Manon Reinhardt

pubblicato su

17 giugno 2024 alle 19:02

Vedi le mie notizie
Segui le notizie Nizza

L’Angelo Custode, installato da circa trent’anni sotto i portici, non c’è più. Circa un mese fa, una nuova struttura è venuta a sostituirla: la Birreria del Porto. È in questo quartiere di Nizza (Alpi Marittime), omonimo del ristorante, che Matthieu Pivet ha scelto di investire, in Place de l’Ile-de-Beauté.

Già proprietario del Garibaldi, non lontano da qui, vuole far rivivere il locale preservandone il DNA. Lo abbiamo incontrato con la sua squadra.

Un “modello operativo” che vuole “duplicare”

L’Angelo Custode, qui da diversi decenni e ben noto ai clienti abituali, ha lasciato il posto ad una nuovissima decorazione. Dietro questo nuovissimo arredamento, la Brasserie du port, gestita da Matthieu Pivet. «Abbiamo consolidato un modello operativo a Garibaldi già da diversi anni e cerchiamo di replicarlo in altri quartieri di Nizza», spiega il titolare.


A cominciare dal porto, per “l’immediata vicinanza delle due realtà imprenditoriali”. Ma le due attività propongono opzioni molto diverse: un “vero servizio di brasserie” al Garibaldi, servizio colazione alla Brasserie du Port. C’è anche un’enfasi sui cocktail d’autore.

Video: attualmente su Actu

Soprattutto, ed era un po’ l’anima dell’ex stabilimento, trasmettere partite di calcio. Come Euro 2024 appena aperto e, ovviamente, le partite disputate dall’OGC Nizza. “C’è sempre l’aquila di Nizza, che compie 30 anni proprio dietro il bancone! »

Il ristorante può ospitare fino a 150 persone e gode di un’ampia terrazza metà soleggiata e metà ombreggiata. (©Manon Reinhardt / notizie Nizza)

Sviluppi senza toccare “i fondamenti”

Per quanto riguarda la cucina, sono stati inseriti i “best-seller” di Garibaldi. Ogni ora di pranzo, tre suggerimenti. Quel giorno, cozze marinière al Roquefort, cuore di scamone e salmone semicotto. Tra i 12 e i 14,50 euro. “Siamo molto convenienti in termini di prezzo. »

Da allora la partecipazione è stata molto incoraggiante. Anche se la prima settimana era “nel deserto del Gobi, è il momento in cui tutti possono vedere cosa offriamo”, dice Matthieu Pivet.

“Abbiamo fatto evolvere il business ma abbiamo mantenuto i fondamenti”, assicura. E per quali sviluppi? “Quasi tutto, l’arredamento, l’estetica, il servizio, la diversità dei piatti. »

I precedenti proprietari avevano mantenuto prezzi che non erano più quelli di mercato. Eravamo 1,60 euro al caffè, ora non possiamo più permettercelo. Sono rimasti sulla stessa linea dopo averla acquistata in liquidazione. Ciò ha limitato il loro potere di investimento. Ma quello che hanno fatto, lo hanno fatto molto bene!

Matteo PivetDirettore della Brasserie du Port

Anticamente si chiamava “la Brasserie du Vieux-Port”

Ciò che attende in particolare questo ristoratore è il futuro centro congressi che, secondo le ultime notizie, dovrebbe sorgere sulla banchina Infernet per ospitare il vertice delle Nazioni Unite sull’oceano nel giugno 2025. «Per il porto, sarebbe eccezionale. Per i delegati e per tutti. »

Quella che un tempo si chiamava Brasserie du Vieux-Port – prima di diventare l’Angelo Custode – è finalmente (quasi) tornata al suo nome originario. ” Ma io Non sono di Marsiglia, siamo di Nizza qui! », ride lo chef.

Sarà quindi la Brasserie du Port, che ora passa da “struttura piccola a media”, e se i lavori di risanamento di Place de l’Ile-de-beauté andranno a buon fine, perché no, “da media a grande” .

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV Intel rilascia il suo driver 101.5762 per Once Human
NEXT OpenAI lancia GPT critico per correggere GPT-4