La Francia ottiene una vittoria nel dolore e nel sangue

La Francia ottiene una vittoria nel dolore e nel sangue
La Francia ottiene una vittoria nel dolore e nel sangue
-

Laurent Favre

Dusseldorf

Pubblicato il 17 giugno 2024 alle 23:22 / Modificato il 18 giugno 2024 alle 00:48.

La squadra francese non è mai stata conosciuta per le sue partenze nei tornei, quindi probabilmente bisognerà aspettare per farsi un’idea concreta, magari venerdì sera contro l’Olanda a Lipsia, ma la finalista della Coupe du world 2022 non giustifica la sua reputazione di favorita lunedì a Düsseldorf per Euro 2024, nonostante la vittoria per 1-0 sull’Austria. L’unico gol della partita è stato segnato contro il suo gruppo dal difensore Maximilian Wöber (38esimo) cercando di colpire di testa un cross di Kylian Mbappé.

In difesa dei Tricolores, l’Austria ha offerto un impegno fisico ancora senza precedenti in un avvio di Euro dove il pressing non sembra più essere di moda. Kylian Mbappé e Antoine Griezmann hanno finito le loro maglie bianche macchiate di sangue, dopo un brusco contatto, in un incontro amaro costellato da cinque cartellini gialli per la squadra austriaca. Naso rotto, Mbappé è stato sostituito a fine partita e la sua partecipazione alle partite successive è incerta.

Tutte le novità a portata di mano!

Per soli CHF 29.- al mese avrai accesso illimitato a tutti i nostri articoli. Approfitta della nostra offerta speciale: il primo mese a soli CHF 9!

SOTTOSCRIVI

Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sul sito.
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sull’applicazione mobile
  • Piano di condivisione di 5 articoli al mese
  • Consultazione della versione digitale del quotidiano dalle ore 22.00 del giorno precedente
  • Accesso agli integratori e a T, la rivista Temps, in formato e-paper
  • Accesso ad una serie di vantaggi esclusivi riservati agli abbonati

Sei già abbonato?
Per accedere

-

PREV Mondiali di rugby U20: “Gioca al massimo ogni tiro”, il consiglio di Max Barrau al nipote Maxence Biasotto prima della finale
NEXT MotoGP, Kevin Schwantz: “vedere Yamaha e Honda incollate dietro a tutti è qualcosa che non avrei mai pensato di vedere in vita mia”