Il campione di sollevamento pesi Oleksandr Pielieshenko muore in un combattimento in Ucraina

-

Stai navigando nel sito web di Radio-Canada

Vai al contenuto principaleVai al piè di paginaAiuto alla navigazione Inizio del contenuto principale

CommentiAccedi alla sezione commenti

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Oleksandr Pielieshenko durante i Giochi Olimpici di Rio 2016.

Foto: dpa tramite getty images / GOH CHAI HIN

Stampa associata

Pubblicato alle 19:29 UTC

Il due volte campione europeo di sollevamento pesi Oleksandr Pielieshenko ha perso la vita in combattimento nella sua casa in Ucraina, ha annunciato lunedì il Comitato Olimpico del paese.

Pielieshenko morì durante la guerra contro il nemico Domenica, ha detto il comitato sulla piattaforma Telegram. Aveva 30 anni.

Si è arruolato nell’esercito ucraino nei primi giorni dell’invasione russa, ha detto il comitato.

Pielieshenko è tornato alle competizioni dopo essere stato sospeso per doping tra il 2013 e il 2015, e ha vinto il titolo europeo nella categoria sotto gli 85 kg per un solo chilo nel 2016. Ha poi difeso con successo il suo titolo nel 2017, a Spalato, in Croazia.

Pielieshenko ha mancato di poco il podio alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, classificandosi 4°. Successivamente è stato condannato per doping nel 2018.

Lo ha scritto su Facebook l’allenatore della squadra ucraina di sollevamento pesi, Viktor Slobodianiuk la guerra ci priva dei migliori tra noi. Questa è una pesante perdita per l’intera comunità ucraina del sollevamento pesi. Gli eroi non muoiono mai.

Finora più di 400 atleti e dirigenti sportivi ucraini sono morti nella guerra in Ucraina.

Commenti Commenti
>>>>>>>>

Notiziario sportivo

Analisi, recensioni e molto altro! Segui le notizie sportive oltre i risultati.

-

PREV Eupen retrocesso: questi i 6 motivi che spiegano la discesa agli inferi dei Panda
NEXT BAL, LA DOGANA SCACCIA CONTRO NOI MONASTIR