Una delle principali cause di incidenti stradali potrebbe presto scomparire grazie a questa nuova tecnica

Una delle principali cause di incidenti stradali potrebbe presto scomparire grazie a questa nuova tecnica
Una delle principali cause di incidenti stradali potrebbe presto scomparire grazie a questa nuova tecnica
-

Alcuni ricercatori australiani hanno appena pubblicato uno studio che presenta i risultati dell’intelligenza artificiale, sviluppata per individuare i conducenti ubriachi… attraverso l’espressione dei loro volti. Un modo originale per combattere l’alcol durante la guida, una delle maggiori fonti di incidenti mortali.

Fonte: Ford (per l’illustrazione)

Le nostre auto stanno diventando sempre più sicure, ma i guidatori sono spesso la causa di incidenti mortali. Tra le principali fonti: tasso alcolemico. Una piaga a cui un gruppo di ricercatori australiani sta cercando di contrastare con una soluzione originale: un’intelligenza artificiale sviluppata per determinare il tasso di alcol nel sangue di una persona… esaminandone il volto.

I loro risultati sono stati pubblicati sulla piattaforma Esplorazione IEEEsufficiente per esaminare i metodi dell’esperimento e i loro risultati.

Un allenamento originale

Questa intelligenza artificiale non cambia in alcun modo nel suo funzionamento e deve essere “nutrita” di dati. Per fare questo, i cinque ricercatori hanno selezionato 60 soggetti e li hanno divisi in tre gruppi: sobri, leggermente alcolizzati e fortemente alcolizzati… e li hanno fatti guidare – in un ambiente adatto, ovviamente.

BMW i5 Touring eDrive40 (per illustrazione) // Fonte: BMW

L’idea: filmare questi partecipanti, concentrandosi sulle loro espressioni facciali, sui loro volti e sul loro aspetto, per addestrare l’intelligenza artificiale a riconoscere e stimare il livello di alcol nel sangue dei conducenti.

Risultati incoraggianti

Dopo questa formazione, questa intelligenza artificiale è riuscita a farlo “rileva livelli di alcol fino a 0,5 g per litro di sangue (limite legale in Francia, ndr), con una precisione del 75%”. Sicuramente c’è ancora margine di miglioramento, ma i risultati sono già incoraggianti.

La telecamera a infrarossi che monitora lo sguardo del conducente sul sistema Ford BlueCruise (a titolo illustrativo) // Fonte: Ford

Se questa scoperta arrivasse sul mercato, potrebbe essere utilizzata sia all’interno dei veicoli, dove si stanno moltiplicando le telecamere (soprattutto per la guida autonoma), che potrebbero impedire l’avviamento dell’auto, sia da parte delle forze dell’ordine, fornendo loro un ulteriore mezzo di individuare i guidatori sotto l’effetto dell’alcol.

Ricordiamo che l’alcol resta una delle maggiori fonti di tragedie sulla strada: in Francia, il Ministero dell’Interno stima che sia stato la causa del 23% degli incidenti mortali registrati nel 2022.


-

PREV attenzione alle sconsideratezze quest’estate
NEXT Carenza di prodotti sanguigni presso il centro trasfusionale di Beni