Diverse donne contraggono l’HIV dopo la rimozione dei vampiri negli Stati Uniti

Diverse donne contraggono l’HIV dopo la rimozione dei vampiri negli Stati Uniti
Diverse donne contraggono l’HIV dopo la rimozione dei vampiri negli Stati Uniti
-
— Immagini CandyBox / Shutterstock.com

La ricerca della giovinezza a volte può portare a eventi assolutamente terrificanti. Ciò è stato particolarmente vero nel caso della procedura chiamata “vampire lift”. Questo metodo utilizza plasma e piastrine sul viso. Alle donne è stato diagnosticato l’HIV in seguito alla procedura.

Il “vampire lift” è un procedimento medico-cosmetico che consiste nell’applicare e iniettare sul viso plasma ricco di piastrine. Si ritiene che questa procedura stimoli la crescita di nuove cellule e ciò aiuterebbe a combattere gli effetti dell’invecchiamento in quest’area. Questa pratica – che continua a crescere in popolarità – deve la sua notorietà a Kim Kardashian. Tuttavia, la cosa da sapere su questa procedura è che, sebbene sia meno invasiva dell’intervento chirurgico, è tutt’altro che sicura.

Recentemente, è stato riferito che tre donne americane sono state infettate dall’HIV, forse dopo aver eseguito un lifting da vampiro in una spa nel New Mexico. Vale la pena sottolineare che si trattava di uno stabilimento senza licenza soprannominato VIP Spa. Questi casi sono stati ufficialmente confermati dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). L’agenzia ha sottolineato in particolare che si tratta dei primi casi conosciuti di HIV trasmesso tramite iniezioni cosmetiche.

Si noti che questi casi non sono recenti, poiché le tre donne sono risultate positive all’HIV nel 2018. Tuttavia, l’annuncio ufficiale del CDC è recente. All’epoca, il CDC indagò sullo stabilimento che aveva causato il problema e chiuse rapidamente i battenti a causa delle numerose violazioni della legge riscontrate lì.

-

PREV Vitiligine: consenso degli esperti per i pazienti giovani
NEXT L’epidemia di colera uccide la prima persona