Vladimir Putin si reca in Corea del Nord per firmare “documenti importanti”

Vladimir Putin si reca in Corea del Nord per firmare “documenti importanti”
Vladimir Putin si reca in Corea del Nord per firmare “documenti importanti”
-
RAMIL SITDIKOV / AFP Il presidente russo Vladimir Putin visita la Corea del Nord martedì e mercoledì 19 giugno 2024. Foto illustrativa.

RAMIL SITDIKOV / AFP

Il presidente russo Vladimir Putin visita la Corea del Nord martedì e mercoledì 19 giugno 2024. Foto illustrativa.

INTERNAZIONALE – Un incontro internazionale molto monitorato. Il presidente russo Vladimir Putin è in viaggio verso la Corea del Nord, dove martedì e mercoledì si recherà in visita diplomatica al suo omologo Kim Jong Un. Secondo un consigliere del Cremlino, questa visita potrebbe portare alla firma di un accordo di partenariato strategico tra i due paesi. Una simile prospettiva preoccupa l’Occidente e potrebbe incidere soprattutto sul futuro della guerra in Ucraina.

“Documenti importanti, molto significativi” sarà firmato, ha assicurato lunedì 17 giugno alla stampa russa il consigliere diplomatico di Vladimir Putin, Yuri Ushakov, riferendosi a “ la possibile conclusione di un accordo di partenariato strategico globale ».

“Questo trattato, se firmato, sarà ovviamente condizionato dalla profonda evoluzione della situazione geopolitica nel mondo e nella regione e dai cambiamenti qualitativi avvenuti recentemente nelle nostre relazioni bilaterali”ha osservato.

Durante la sua visita, Vladimir Putin sarà accompagnato dal capo della diplomazia, Sergei Lavrov, e dal ministro della Difesa, Andreï Beloussov. Il presidente russo si recherà poi in Vietnam, altro partner della Russia fin dall’epoca sovietica, il 19 e 20 giugno.

Nessun accordo nell’ultimo incontro tra i due leader

Ce voyage en Corée du Nord a lieu neuf mois après que Vladimir Poutine a accueilli Kim Jong Un dans l’Extrême-Orient russe, une visite au cours de laquelle les deux hommes s’étaient couverts d’éloges mais sans conclure, officiellement du moins , Va bene.

Secondo l’Occidente, Pyongyang ha attinto alle sue vaste scorte di munizioni per rifornire massicciamente la Russia, e la scorsa settimana il Pentagono ha accusato Mosca di utilizzare missili balistici nordcoreani in Ucraina. In cambio, dicono Washington e Seul, la Russia ha fornito alla Corea del Nord competenze per il suo programma satellitare e ha inviato aiuti per far fronte alla carenza alimentare del paese.

“Ciò che ci preoccupa è l’approfondimento delle relazioni tra questi due paesi, non solo per l’impatto che avrà sul popolo ucraino, perché sappiamo che i missili balistici nordcoreani vengono ancora utilizzati per colpire obiettivi ucraini, ma anche perché potrebbero verificarsi esserci una certa reciprocità che potrebbe incidere sulla sicurezza della penisola coreana”ha dichiarato lunedì il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby.

Da parte sua, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha stimato che questa visita “ mostra quanto il presidente Putin e Mosca dipendano ora dai paesi autoritari di tutto il mondo. I loro amici più stretti e i più grandi sostenitori dello sforzo bellico russo – la guerra di aggressione – sono la Corea del Nord, l’Iran e la Cina”.

Vedi anche su L’HuffPost:

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

-

NEXT Sabrina Agresti-Roubache, terza nella sua circoscrizione elettorale a Marsiglia, si ritira