“Erano più di 100 euro, più volte al mese”

-

Lommelaar Herwig Fries ha deciso nel 2018 di assicurare il suo nuovo smartphone. “È stata un’assicurazione a proteggere il mio dispositivo per il primo anno. Costava 15,99 euro al mese», spiega.

video

Tuttavia, qualche mese fa ha avuto una spiacevole sorpresa quando ha notato che il suo conto continuava ad essere addebitato ogni mese anche se non aveva prolungato la richiesta d’assicurazione. “Recentemente ho visto che il contratto era semplicemente continuato. Tuttavia non mi era mai stato chiesto di rinnovare il contratto annuale. Inoltre, a partire dall’aprile dello scorso anno, dal mio conto uscivano strani importi. A volte si trattava di più di 100 euro, più volte al mese”, spiega.

L’importo complessivo delle indebite detrazioni ammonta a circa 2000 euro. Lommelaar ha chiesto alla SFAM, l’assicuratore in questione, di rimborsargli tale somma e di risolvere il contratto. «Possono trattenere 15,99 euro al mese fino alla cessazione. Ma voglio recuperare il resto”, dice.

Non ha però ottenuto l’intera somma richiesta. “Dopo una consultazione interna, abbiamo deciso di accogliere la vostra richiesta. Verrà trasferito sul vostro conto bancario un importo di 925,75 euro”, gli ha semplicemente detto la SFAM. Si tratta della metà in meno dell’importo che avrebbe dovuto pagare.

Non si tratterebbe di un caso isolato. L’assicuratore francese avrebbe prelevato diverse centinaia di euro al mese da numerosi clienti, senza chiedere il loro consenso.

Assuralia, l’associazione mantello delle compagnie assicurative, ha quindi deciso di sporgere denuncia contro la SFAM per pratiche commerciali non autorizzate e inganno ai danni dei clienti, riferiscono i nostri colleghi dell’HBvL, il cui servizio Voor U Opgelost ha cercato di aiutare Lommelaar. La SFAM, tuttavia, secondo quanto riferito, ha recentemente smesso di rispondere alle sue richieste…

Disegno

Truffe assicurazione smartphone: clienti fatturati a loro insaputa, Assuralia sporge denuncia!

Anche FPS Economy ha ricevuto più di 1.200 reclami riguardanti SFAM dal 2023, un segnale preoccupante.

L’ente pubblico consiglia inoltre ai consumatori di bloccare quanto prima gli addebiti diretti indebiti e di reclamare tali importi.

Prima su Facebook, poi su Messenger…

Maria-Rosa sventa una truffa a Morlanwelz: le sono stati promessi 74.500 euro per l’assicurazione sulla vita di suo marito, morto dieci mesi fa!

-

PREV La Germania inizia alla grande il torneo contro la Scozia
NEXT Libro: “L’arte di meditare”, secondo Hind Labdag