“Perché la Nuova Caledonia non fa parte dell’Unione Europea o dell’Eurozona”

-

ANALISI – I territori francesi nell’Oceano Pacifico godono di un trattamento speciale in Europa con lo status di membro associato e una valuta diversa, il franco del Pacifico.

Lontano dagli occhi, lontano dal cuore. A 17.000 chilometri da Notre-Dame a Parigi, Saint-Pierre a Roma e dalla Porta di Brandeburgo a Berlino, Nouméa non è chiaramente nel cuore dell’Europa. Ancora più sorprendente di questa osservazione geografica, è che anche la Nuova Caledonia e i suoi 18.576 km2 non fanno parte dell’Unione Europea, secondo il Trattato sul funzionamento dell’UE (del 2012) che ne definisce i confini. Il suo status è quello di “paesi e territori d’oltremare”un PTOM (acronimo ufficiale) “attaccato alla Repubblica francese e associato all’UE”.

La Nuova Caledonia non è certamente l’unica regione ad avere questo status speciale che limita diritti e vincoli nei confronti dell’Europa. Ciò è particolarmente vero per la Danimarca, le Isole Faroe e la Groenlandia. Ricordiamo che Donald Trump, allora presidente degli Stati Uniti, propose nel 2019 di acquistare questo immenso territorio di 2,1 milioni di km2 da Copenaghen come se fosse una merce e non una frazione dello “stato sovrano…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Ti resta l’82% da scoprire.

Vuoi leggere di più?

Sblocca immediatamente tutti gli oggetti.

Già iscritto? Login

-

NEXT ecco come osservarli e fotografarli in Francia (cielo permettendo)