Rivelata la presenza di un verme nella testa di Robert Kennedy Junior

Rivelata la presenza di un verme nella testa di Robert Kennedy Junior
Rivelata la presenza di un verme nella testa di Robert Kennedy Junior
-

Un verme ha divorato parte del cervello del candidato alla Casa Bianca Robert Kennedy Jr, nipote di “JFK”, causandogli gravi problemi di salute, ha rivelato mercoledì il “New York Times” in un’indagine dettagliata.

Robert Kennedy Junior è il figlio dell’ex procuratore generale democratico e candidato alla presidenza Robert “Bobby” Kennedy.

È anche un candidato indipendente alle elezioni presidenziali di novembre, affrontando Joe Biden e Donald Trump. Secondo il “New York Times”, il settantenne avrebbe riportato gravi postumi legati alla presenza di un parassita nel cervello.

Queste rivelazioni si basano, tra l’altro, su una deposizione di Robert Kennedy Jr nel contesto di un divorzio, consultata dai media. In questo documento del 2012, il candidato indica che i medici diagnosticarono che “un verme gli era entrato nel cervello, ne aveva mangiato una parte ed era morto”.

Riferisce poi “evidenti problemi cognitivi”, nonché “perdita di memoria a lungo e a breve termine”.

Interrogato dall’AFP, un portavoce del candidato ha confermato che Robert Kennedy Jr aveva “contrato un parassita” durante un viaggio “in Africa, Sud America o Asia”. “Il problema è stato risolto più di dieci anni fa e oggi gode di ottima salute fisica e mentale”, ha detto Stefanie Spear.

E ha aggiunto: “È ridicolo dubitare dello stato di salute del signor Kennedy, quando vediamo chi ha di fronte”, una frecciata appena velata rivolta a Joe Biden, 81 anni e Donald Trump, 77 anni.

Secondo il “New York Times”, il candidato sarebbe stato anche vittima di un avvelenamento da mercurio, che può portare anche a problemi neurologici.

-

PREV Temporali: grandine, forti rovesci… 69 dipartimenti messi in allerta gialla per questa domenica
NEXT LIVE – Eurovision 2024: Slimane difende i colori della Francia, segui la finale della competizione