Antisemitismo: in Francia gli atti antisemiti sono aumentati del “300%” in un anno

Antisemitismo: in Francia gli atti antisemiti sono aumentati del “300%” in un anno
Antisemitismo: in Francia gli atti antisemiti sono aumentati del “300%” in un anno
-

Gli atti antisemiti sono aumentati del “300%” in un anno in Francia

Pubblicato oggi alle 00:11

Il governo francese ha annunciato lunedì “un aumento del 300%” degli atti antisemiti in Francia nel primo trimestre del 2024 rispetto allo stesso periodo del 2023, riferendosi a un “impennata”.

“Nessuno può negare questa ondata di antisemitismo”, ha dichiarato il capo del governo Gabriel Attal, in un discorso pronunciato durante la 38esima cena del Crif (Consiglio rappresentativo delle istituzioni ebraiche di Francia) a Parigi.

“Nessuno può negare il fatto che si stima che gli ebrei francesi rappresentino l’1% della popolazione francese, ma che oltre il 60% degli atti antireligiosi sono atti antisemiti”, ha aggiunto. Ha menzionato “366 atti antisemiti” registrati in Francia nel primo trimestre del 2024.

“Dimostrare una fermezza esemplare”

Di fronte a questo aumento, “nessun atto dovrebbe rimanere impunito, nessun antisemita dovrebbe avere tranquillità”, ha affermato il Primo Ministro, promettendo di “dimostrare una fermezza esemplare in ogni atto”.

Deplorando che nel diritto francese non sia possibile conoscere con precisione il numero e le condanne per atti commessi a causa della religione, ha annunciato di aver chiesto al ministro della Giustizia, Eric Dupond-Moretti, “di trovare i mezzi per attuare un censimento di questi casi e di queste condanne in tutta la Francia.

“L’islamismo è un pericolo serio per la nostra Repubblica e una delle facce più pericolose e distruttive dell’antisemitismo”, ha inoltre affermato, promettendo di “affrontare frontalmente l’islamismo e il separatismo”.

AFP

Hai trovato un errore? Segnalacelo.

-

PREV L’Italia annuncia la ripresa dei finanziamenti da parte dell’UNRWA
NEXT statisticamente, quale sarebbe il ritratto composito del vincitore della Palma d’Oro?