Bac 2024: scuole private sospettate di aver gonfiato le medie dei propri studenti

Bac 2024: scuole private sospettate di aver gonfiato le medie dei propri studenti
Bac 2024: scuole private sospettate di aver gonfiato le medie dei propri studenti
-

Dopo la pubblicazione dei risultati del diploma di maturità, la fuga di alcuni trascritti sui social network ha gettato sospetti su alcune scuole private, accusate dagli utenti di Internet di gonfiare i voti assegnati ai loro studenti.

Nell’edizione del 2 luglio, il quotidiano Assaba rileva, dopo aver esaminato alcune trascrizioni trapelate sui social network, “la differenza lampante tra i voti modesti ottenuti negli esami di maturità nazionale e regionale e i voti eccessivi risultanti dalla valutazione continua”.

Si ricorda che i voti della valutazione continua rappresentano il 25% del voto complessivo del diploma di maturità, il resto è suddiviso tra l’esame regionale (25%) e l’esame nazionale (50%). Pertanto, nota il quotidiano, i voti di valutazione continua, assegnati dalle scuole, sono decisivi per il successo o il fallimento degli studenti.

In una delle dichiarazioni esaminate dal quotidiano, uno studente di una scuola privata ha ottenuto un punteggio di 19,27 nella valutazione continua, 13,10 nell’esame regionale del primo anno di maturità e 5,3 nell’esame nazionale.

Questa grande differenza tra i voti degli esami nazionali e regionali e quelli della valutazione continua, rilevata in altre trascrizioni trapelate, avvalora secondo il quotidiano la tesi che accusa alcune scuole private di gonfiare i voti della valutazione continua dei loro studenti per garantirne il successo negli esami. il diploma di maturità.

Assaba cita un altro esempio. Si tratta di uno studente che ha ottenuto 3,16 nell’esame nazionale bac e 19,62 nella valutazione continua. La trascrizione dimostra anche la differenza tra la valutazione delle stesse materie nell’esame nazionale e nella valutazione continua.

Ad esempio, un candidato scientifico ha ottenuto un punteggio di 19,5 in matematica nella valutazione continua, mentre ha ottenuto solo 3 nell’esame nazionale. Stessa cosa in fisica e chimica dove la differenza di voti è evidente: 0,75 all’esame nazionale, 19,5 nella verifica continua.

Par Khalil Rachdi

01/07/2024 ore 21:45

-

PREV Resistenza WEC. Nico Müller lascerà la Peugeot a fine stagione
NEXT “Tolosa segreta o la città poco conosciuta”, scopri i segreti della città rosa