Elezioni legislative 2024: aggiornamento sui ritiri dei candidati al secondo turno in Isère

Elezioni legislative 2024: aggiornamento sui ritiri dei candidati al secondo turno in Isère
Elezioni legislative 2024: aggiornamento sui ritiri dei candidati al secondo turno in Isère
-

Lo chiede il presidente Emmanuel Macron “tutto tranne il Rally Nazionale”Di più la maggioranza continua a dilaniarsi a vicenda su cosa fare in caso di triangolare. È il caso di diversi candidati ministri, all’indomani del primo turno delle elezioni legislative, che hanno visto in testa il Raggruppamento Nazionale. Nell’Isère, solo un candidato della maggioranza non si è ancora ritirato. Si tratta della deputata uscente Élodie Jacquier-Laforge, nella circoscrizione 9 del dipartimento.

Emilie Chalas (maggioranza) nella 3a circoscrizione

La candidata rinascimentale Emilie Chalas, del 3° distrettoha annunciato lunedì in una conferenza stampa il ritiro della sua candidatura per il secondo turno delle elezioni legislative. Questa domenica al primo turno è arrivata terza con il 20% dei voti, dietro Christel Dupré della candidata del RN (22,74%) ed Elisa Martin della PFN (42,84%). Non intende dare istruzioni di voto. “(Gli elettori) non sono idioti […] Domenica prossima faranno la cosa giusta.”dice l’ex candidato.

La candidata del Rinascimento Emilie Chalas, nella 2a circoscrizione elettorale dell’Isère, questo lunedì pomeriggio. © Radio Francia
Romain Bitot

Dominique Dichard (NFP) nella 7a circoscrizione

Il candidato del Nuovo Fronte Popolare Dominique Dichard (Partito Comunista), ha scelto di ritirarsi nella 7a circoscrizione elettorale. Una decisione accolta con favore in un comunicato stampa dalla federazione locale del Partito socialista dell’Isère, a beneficio del suo avversario, i repubblicani. Dominique Dichard ha concluso domenica con il 19,81% dei voti, dietro al candidato di LR Yannick Nauder (27,56%) e al candidato del National Rally Benoi August (42,10%).

Caroline Abadie (maggioranza) nell’8° distretto

La deputata uscente del Renaissance, Caroline Abadie, eletta dal 2017 nella circoscrizione 8, assicura di essersi presa le proprie responsabilità di fronte al rischio di vedere la RN ottenere la maggioranza assoluta nell’Assemblea nazionale. “Quando siamo sull’orlo del precipizio, ci rendiamo conto molto da vicino quale pericolo è il più imminente e il più minaccioso”, secondo l’ex eletto. La candidata dell’alleanza LR-RN in questa circoscrizione elettorale, Hanane Mansouri, ha ottenuto al primo turno il 39,92% dei voti. Il candidato ambientalista del PFN 24,5% e Caroline Abadie, 20,49%. Quindi potrebbe essercene stato uno triangolare.

Marjolaine Meynier-Millefert (maggioranza) nella 10a circoscrizione elettorale

La deputata uscente del Rinascimento, Marjolaine Meynier-Millefert, eletta dal 2017 nella 10a circoscrizione elettorale, ha espresso la sua decisione questo lunedì nel tardo pomeriggio, nel corso di una conferenza stampa. Marjolaine-Meynie-Millefert è arrivata terza al primo turno delle elezioni legislative con il 22,19% dei voti, dietro alla candidata dell’NFP Joëlle Richol (25,43%) e al candidato del National Rally Thierry Perez (42,83%).

La deputata uscente del Rinascimento Marjolaine Meynier-Millefert, nella 10a circoscrizione elettorale dell’Isère. © Radio Francia
Noémie Philippot

Alexandre Lacroix (LR-RN) resta in carica nella prima circoscrizione

È uno dei collegi elettorali altamente controllati nel dipartimento. Nella prima circoscrizione, Olivier Veran, deputato uscente di Renaissance in un voto sfavorevole (33,62%), si troverà in posizione triangolare. Al secondo turno affronterà il ribelle Hugo Prévost, investito dal Nuovo Fronte Popolare e primo (40,19%) e l’LR-RN Alexandre Lacroix (18,34%). Quest’ultimo ha scelto di restare.

caricamento

caricamento

-

PREV sta arrivando una bella estate per i bambini
NEXT Tra Mâcon e Digione: la carovana del Tour de France ha fatto scalpore ancora una volta