Elezioni legislative del 2024 nel Lot-et-Garonne: “La RN è il nemico da sconfiggere in via prioritaria” lancia Paul Vo Van, la forza silenziosa del Nuovo Fronte Popolare

Elezioni legislative del 2024 nel Lot-et-Garonne: “La RN è il nemico da sconfiggere in via prioritaria” lancia Paul Vo Van, la forza silenziosa del Nuovo Fronte Popolare
Elezioni legislative del 2024 nel Lot-et-Garonne: “La RN è il nemico da sconfiggere in via prioritaria” lancia Paul Vo Van, la forza silenziosa del Nuovo Fronte Popolare
-

l’essenziale
L’ecologista Paul Vo Van difende i colori del Nuovo Fronte Popolare nella circoscrizione di Agen – Nérac. Ha un lato di forza tranquillo.

In politica come altrove nulla si perde, tutto si trasforma. Lo slogan “forza tranquilla” è ancora nella memoria di coloro che hanno vissuto la significativa vittoria del socialista François Mitterrand alle elezioni presidenziali del 1981. Per la cronaca, questa espressione “forza tranquilla” risale a Léon Blum. Capo del governo del Fronte Popolare, lo usò il 5 giugno 1936 durante un discorso radiofonico.

Candidato del Nuovo Fronte Popolare nel collegio elettorale di Agen-Nérac, il primo del Lot-et-Garonne, Paul Vo Van avrebbe potuto adottare la firma “forza silenziosa” perché si adatta alla sua personalità. L’uomo è calmo e determinato. Portavoce dell’Europa Ecologie les Verts Lot-et-Garonne (EELV 47), consigliere dipartimentale del cantone di West Agen, presidente di Agropole Services, dirigente d’impresa (è architetto), non si è lasciato scoraggiare dai ripetuti attacchi dei il presidente della Camera dell’Agricoltura Serge Bousquet-Cassagne durante la rabbia contadina dello scorso inverno. Anzi.

Leggi anche:
La rabbia degli agricoltori: “Ecolo bobo è un ritornello abbastanza facile ma inefficace”, secondo il portavoce dei Verdi del Lot-et-Garonne

La sua candidatura ha sorpreso

“P2V”, come saremmo tentati di chiamarlo, aveva guadagnato quota. Senza mai rinnegare le sue convinzioni ambientaliste, non ha esitato a parlare con i contadini accampati sulla A62.

La sua inaugurazione di questa campagna legislativa lampo ha tuttavia sorpreso ed è stata ampiamente commentata dietro le quinte della sinistra del Lot-et-Garonne. Il Partito Socialista (PS) di Jon Garay aveva scommesso su Laurent Bruneau. Contrariamente all’opposizione di Agen, escluso, l’avvocato di Agen dovrebbe vestire i colori della sinistra alle prossime elezioni comunali. LFI ha accolto con favore la sua presenza sullo scacchiere.

Tuttavia, il Nuovo Fronte Popolare ha ripreso la matrice della Nuova Unione Popolare Ecologica e Sociale (Nupes) con lo stendardo del PS che sventola nella seconda circoscrizione, quello della LFI nella terza e quindi quello dei Verdi nella prima.

“Non avevo intenzione di andarmene”

Nel 2022, ad Agen-Nérac, l’ecologista Maryse Combres è arrivata prima al primo turno con il 15,17% davanti a Michel Lauzzana (14,26%) e Sébastien Delbosq (9,17%). Michel Lauzzana (maggioranza presidenziale) ha vinto al secondo turno (22,92%) davanti alla RN.

Per evitare un triangolare che potesse favorire l’elezione di un deputato del RN, Maryse Combres si è ritirata al termine del primo per aprire la strada al deputato uscente Michel Lauzzana. Una scelta che non è piaciuta a tutti all’interno dei Nupes…
Dopo lo scioglimento, ha fatto tutto il possibile affinché Paul Vo Van, suo vice alle ultime elezioni senatoriali, fosse nominato cavaliere per queste pericolose elezioni legislative. “Non avevo intenzione di andarmene”, scivola l’interessato.

Oggi PS, PC e LFI mostrano il loro sostegno al “P2V”. Lo hanno detto nel corso di una conferenza stampa lunedì a mezzogiorno nella sede del Partito comunista francese ad Agen. Sostenuto dalla comunista e sindacalista Colette Duynslaeger, Paul Vo Van ha presentato le grandi linee del programma, ha annunciato un primo incontro pubblico allo Skating, ad Agen, martedì 18 giugno alle 19,30 Fedele a se stesso, non si è più nascosto le sue intenzioni: “La RN è il nemico da distruggere in via prioritaria. Proviamo sempre più sfiducia nei confronti del mondo politico. Il presidente Macron ne è responsabile”.

-

PREV Tennis. Bastia-Lucciana (M15) – Solido, Maé Malige raggiunge il Bax ai quarti di finale
NEXT Gli ospedali di Lorient e Pontivy collaborano per sviluppare l’offerta di cure