LEGISLATIVO L’avvocato alesiano Nordine Tria presenta la sua candidatura per la 5a circoscrizione

LEGISLATIVO L’avvocato alesiano Nordine Tria presenta la sua candidatura per la 5a circoscrizione
LEGISLATIVO L’avvocato alesiano Nordine Tria presenta la sua candidatura per la 5a circoscrizione
-

Obiettivo Informativo Gard. Avvocato alesiano, 64 anni, Nordine Tria ha presentato questo pomeriggio la sua candidatura come società civile per le elezioni legislative anticipate del 30 giugno e 7 luglio nella quinta circoscrizione elettorale del Gard. È anche il fratello di Assia Tria, prima donna presidente della TMI Mines Alès.

Conosciuto da molti anni nel bacino alesiano, con alle spalle trentadue anni di pratica forense, di cui due come presidente dell’ordine nel 2006 e nel 2007, Nordine Tria, originario della sottoprefettura del Gard, ha trascorso la sua infanzia a Prés-Saint-Jean fino all’età di undici anni.

L’effetto sorpresa

Da una settimana la scena politica locale e nazionale è in costante tumulto e ogni ora porta con sé la sua dose di sconvolgimenti. Questo sabato, 15 giugno, una candidatura nella quinta circoscrizione elettorale potrebbe sorprendere sia per la sua presentazione tardiva che per l’identità della persona interessata. Si tratta infatti di Nordine Tria, che si definisce un “puro prodotto localeQuesto avvocato alesiano, desideroso di andare oltre la critica degli estremi “dalla (sua) poltrona”, è ora impegnato sul piano politico. La sua candidatura non è ancora ufficiale – attualmente negli uffici della prefettura con i documenti necessari , dovrebbe essere solo questione di ore. È quindi nella quinta circoscrizione che chiunque si presenti come membro della società civile intende concorrere a queste elezioni legislative anticipate. Una decisione presa la sera dell’annuncio dello scioglimento dell’Assemblea nazionale da parte di Emmanuel Macron, dopo anni di attesa, credendo che fosse giunto il momento di “iniziare”. Avendo messo insieme una squadra solida, compresi i consulenti, dice di lui “pronto ad andare” alla campagna da questo lunedì, 17 giugno.

Laicità e giustizia al centro del suo programma

Secondo le nostre informazioni Nordine Tria dovrebbe pubblicare questa sera o domani la sua professione di fede. L’Alésien si presenta come un candidato senza etichetta, al di fuori delle strutture politiche e dei partiti tradizionali. Né di destra né di sinistra, dice di essere legato soprattutto alla bandiera francese, che, secondo lui, “non appartiene a nessuno, e ancor meno a un partito particolare, né a idee estreme”. Per lui cercare di includerlo a Sinistra o a Destra sarebbe un errore: “C’è abbastanza spazio tra destra e sinistra perché emergano idee e si possa portare avanti un lavoro comune”lui spiega.

Nordine Tria. • Foto DR

Nel suo prossimo programma, che sarà presto presentato alla stampa, Nordine Tria pone la difesa della laicità tra i suoi principali impegni. “Difendo con forza i valori della laicità, perché una Repubblica può funzionare pacificamente solo quando questa laicità è rispettata da tutti, indipendentemente dall’origine o dalla religione”, lui dice. Come avvocato, sottolinea anche la giustizia: “Lo sviluppo del diritto (si riferisce alla carica di supplente, ndr) è una cosa che padroneggio come avvocato, l’accesso alla giustizia e la difesa degli utenti e dei cittadini sono ambiti che conosco bene, i problemi della giustizia e la mancanza di risorse sono elementi che io ho difeso e difenderò sempre”. Infine, Nordine Tria promette di impegnarsi attivamente a favore dei giovani, come regolarmente avveniva, come membro attivo dell’associazione Culture et Ambition di Alès, in particolare attraverso l’iniziativa di “Venerdì dell’ambizione” al liceo Jean Baptiste Dumas: “I giovani fanno parte delle mie battaglie. Hanno bisogno più che mai di sostegno, di aiuto, per non intraprendere percorsi difficili”.

Nordine Tria ha colto l’occasione anche per citare il deputato uscente, Michel Sala, candidato nuovamente nella quinta circoscrizione, senza volerlo criticare esplicitamente. Ha comunque notato “la sua notevole assenza in campo”riferendosi alle vicende legate al ponte Chamborigaud, fin dalla sera della sua caduta (rileggere qua) fino all’inaugurazione della pista provvisoria (leggi ancora qua). “Penso di avere le carte in regola per farcela, e ci riuscirò. Mi impegno a difendere tutti, e non solo durante la campagna, essendo presente sul territorio, ma anche in Assemblea”.

I candidati di fronte

Di fronte a Nordine Tria, nella quinta circoscrizione elettorale, troviamo attualmente Léa Boyer, candidata repubblicana, Michel Sala del Fronte popolare, Emmanuel Espanol del Raggruppamento Nazionale, nonché l’ex deputata del Rinascimento, Catherine Daufès-Roux.

-

PREV Tour de France 2024 – Tappa 16: percorso e favoriti tra Gruissan
NEXT Informazioni sul tour | Mercati notturni, cinema all’aperto, festival dei bambini… 7 idee per le gite di questa settimana in Touraine