Senegal: “resiliente” nel 2023, l’economia di fronte alla necessità di ampliare la base imponibile | APAnews

-

Mentre lo scorso anno gli shock endogeni hanno colpito la crescita economica, i nuovi leader del Senegal si sono impegnati ad attuare la “disciplina di bilancio” e la “responsabilità fiscale”.

In Senegal l’anno 2023 non è solo sinonimo di violenza politica. La crescita economica è stata “resiliente” durante questo periodo, in un contesto di tensioni combinato con un’inflazione persistente, anche se in calo, secondo un nuovo rapporto della Banca Mondiale sulla situazione economica di questo paese dell’Africa occidentale che ha posto alla guida, per quasi tre anni mesi, leader “sovranisti” e “panafricanisti”.

L’anno scorso, il dinamismo dei settori primario e secondario ha sostenuto l’attività economica nonostante “ disturbi » nel settore dei servizi e un “ rallentamento della crescita delle esportazioni », ha spiegato Wilfried Kouame, economista senior dell’istituzione finanziaria internazionale e uno degli autori del rapporto presentato mercoledì 12 giugno a Dakar alla stampa.

Ha precisato che il prodotto interno lordo (PIL) si è attestato al 4,3%, in aumento rispetto al 3,8% registrato nel 2022. Allo stesso tempo, si è concretizzata l’ambizione pianificata di ridurre il deficit fiscale, portando ad un deficit del 5,1% del totale. Pil leggermente sopra il target del 4,9%. A questo deficit ha contribuito, tra l’altro, l’aumento delle entrate fiscali.

In questo documento di 68 pagine, gli investigatori della Banca Mondiale hanno concentrato i loro sforzi su due aspetti: povertà ed equità nel contesto di molteplici crisi e strategie per aumentare la riscossione delle entrate fiscali attraverso le imposte sul reddito delle persone fisiche. “ Le riforme fiscali e i miglioramenti nell’imposta sul reddito delle persone fisiche possono aumentare le entrate nazionali attraverso l’ampliamento della base imponibile e il rafforzamento dell’applicazione del quadro giuridico, senza aumentare la povertà o la disuguaglianza. », ha raccomandato il signor Kouamé.

Ristrettezza della base imponibile

Con i suoi colleghi, ha osservato che le crescenti incertezze internazionali e regionali richiedono “ azioni proattive » preservare i progressi socioeconomici realizzati in Senegal nell’ultimo decennio. Nella seconda metà del 2023, l’instabilità politica, con violente proteste legate ai casi legali dell’attuale primo ministro Ousmane Sonko, allora leader dell’opposizione, ” ha rallentato notevolmente la crescita “.

L’altro fattore è l’irrigidimento dei mercati finanziari internazionali e regionali, causato in parte dall’embargo imposto dalla Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS) al Mali in risposta al colpo di stato del 20 agosto seguito dalla “rettifica” della transizione otto mesi dopo, uno dei primi partner economici del Senegal. Questa situazione ” peggioramento degli squilibri di bilancio ed esterni » della seconda economia più grande dell’Unione economica e monetaria dell’Africa occidentale (UEMOA), hanno osservato Wilfried Kouame e il suo team.

Il rapporto mostra anche che l’informalità, una base imponibile ristretta e l’applicazione limitata della legislazione ostacolano la capacità delle imposte dirette di aumentare le entrate e correggere le disuguaglianze prima della tassazione. Eppure l’accelerazione delle riforme dell’amministrazione fiscale e delle politiche di imposta sui redditi personali” può contribuire a stimolare gli sforzi di mobilitazione delle entrate nazionali ” in un paese in cui l’economia è più marcata nel settore informale, secondo gli esperti della WB, il che indica che l’incidenza della povertà in Senegal è rimasta ” stabile » con marcate differenze regionali e un notevole calo in alcune aree come la valle del fiume Senegal.

La presentazione del rapporto è avvenuta alla presenza di numerosi economisti, esponenti della società civile e leader della pubblica amministrazione finanziaria. Il coordinatore dell’unità di studio e pianificazione del Ministero delle Finanze e del Bilancio senegalese, Adama Seck, ha precisato che il rapporto evidenzia: l’urgenza di aumentare » entrate fiscali per rafforzare la resilienza economica del Senegal di fronte a futuri shock, mentre diversi paesi stanno attualmente sperimentando le ripercussioni della guerra russo-ucraina dopo una dura pandemia di Covid-19.

Nuovi orientamenti di bilancio

A questo proposito, ha ricordato gli orientamenti delle nuove autorità in merito “ disciplina di bilancio e responsabilità fiscale “. In qualità di ispettori fiscali e patrimoniali, il presidente Bassirou Diomaye Faye e il primo ministro Ousmane Sonko sono consapevoli che queste due basi costituiscono il “ fondamento essenziale per garantire la sostenibilità delle finanze pubbliche e del debito nel medio termine “, ha indicato il signor Seck.

A questo proposito, il direttore delle operazioni della Banca mondiale per Capo Verde, Gambia, Guinea-Bissau, Mauritania e Senegal, Keiko Miwa, ha accolto con favore il desiderio delle nuove autorità senegalesi di rafforzare la trasparenza e la gestione delle finanze pubbliche. Da questa parte ” è un’opportunità che rafforza le prospettive economiche positive del Senegal nel medio termine. Queste prospettive rimangono tuttavia condizionate nel breve termine dall’impegno al risanamento di bilancio e all’attuazione di riforme trasformative, pilastri della stabilità macroeconomica. » dichiarò.

Durante i dibattiti, un consulente internazionale ha ricordato l’obbligo per lo Stato di creare le condizioni affinché emergano forti campioni nazionali in diversi settori, soprattutto nell’era della produzione di idrocarburi in cui è entrato il Senegal l’11 giugno 2024, con a vista su “ recuperare nuove risorse ” imposta.

A questa osservazione, il presidente della Confederazione nazionale dei datori di lavoro del Senegal (CNES), uno dei datori di lavoro del paese, ha difeso il settore privato formale, indicando che paga ” troppe tasse “. Adama Lam invita quindi lo Stato a rivedere” tutta questa serie di tasse ” posti sulle loro spalle e integrarli nel mercato delle risorse, come il petrolio e il gas, che possono ” generare capitale fisso » a beneficio dell’economia senegalese.

ODL/ac/APA

-

PREV Numero 1 nelle vendite e finalmente in saldo, questo Airfryer Ninja beneficia di un prezzo inferiore a 200 euro
NEXT Pertanto non fornirò alcuna istruzione di voto