Prima di buttare, selezioniamo!

Prima di buttare, selezioniamo!
Prima di buttare, selezioniamo!
-

Questo martedì 21 maggio una quarantina di romeni hanno risposto all’invito della SIDEL. Il tema di oggi: il compostaggio individuale e collettivo.

Il 1° gennaio 2025 vedrà l’eliminazione della raccolta tramite camion dei nostri contenitori personali e il divieto di gettare nella spazzatura nera i rifiuti di cucina e di tavola (RCT), ovvero bucce, avanzi di pasti, gusci di uova.. ecc. Questi rifiuti così come quelli derivanti dalla manutenzione del giardino (foglie morte, rametti, sfalci d’erba) devono essere conferiti nel contenitore per il compostaggio. Di conseguenza, o hai già una compostiera nel tuo giardino, oppure dovrai attrezzarti o recarti in una delle due aree di compostaggio che saranno allestite nel villaggio: una sotto il noce situata accanto al campo da tennis in terra battuta e una quindi vicino agli attuali container dietro il palazzetto dello sport, che rimarranno al loro posto, e il secondo vicino ai container semi-interrati che saranno installati dietro la scuola nei pressi del parco Olivier. Ogni area deve essere gestita da una coppia composta da un eletto comunale e da un cittadino volontario. Dovranno consigliare i residenti e garantire il buon funzionamento dei tre contenitori, ognuno dei quali ha una specificità ben precisa.

L’intera procedura è stata spiegata molto bene questa sera, con una presentazione, da Sylvain Lalanne, responsabile del progetto rifiuti organici presso SIDEL a Lectoure.

Vedremo quindi, nel prossimo futuro, i Romeviani passeggiare per le strade del nostro affascinante villaggio, etichettato come il Villaggio più bello di Francia, con il secchio per il compostaggio in una mano e il sacco da 30 litri di materiali non compostabili. Non dimentichiamo che dovremo continuare a portare dentro contenitori, carta, cartone, contenitori per imballaggi vari,… e vetro.

Si potrebbe pensare che, poiché tutto il dolore merita una ricompensa, i buoni cittadini che siamo saranno ricompensati con una riduzione delle tasse. Per niente ! Ci viene detto che l’imposta sui rifiuti domestici inclusa nell’imposta sulla proprietà finirà per scomparire. Oltre ad aumentare regolarmente ogni anno, era “fondamentalmente” ingiusto perché veniva calcolato sul valore locativo del vostro immobile e non sul numero degli occupanti. Come se fossero i m² di terreno a generare rifiuti e non chi ci cammina sopra!

Ma non emozionatevi troppo in fretta, perché questa tassa verrà sostituita da una tassa individuale. Ad ogni nucleo familiare verrà fornita una tessera magnetica che consentirà di aprire il contenitore semi-interrato e depositarvi il sacchetto da 30 litri contenente materiali non compostabili e non riciclabili. Il primo anno servirà come prova per determinare quanti bagagli avrà diritto ciascuna famiglia. Quindi, probabilmente entro il 2027 o prima, se superi il numero di dichiarazioni annuali, la tua tariffa aumenterà.

Alla fine si passerà da una tradizione di servizio reso a un vincolo legale. Alcuni lo definiranno un lavoro di routine, mentre altri parleranno di un gesto civico. Ognuno avrà la propria opinione. Mia cognata, che per fortuna vive lontano dal Gers, ha preso posizione: “Più smisto, più pago. Quindi è deciso, non smisterò più”. Speriamo che questa decisione rimanga isolata anche se, nell’ultima newsletter della SIDEL, le foto degli scarichi illegali davanti ai container suggeriscono comportamenti di ribellione.

Per qualsiasi ulteriore informazione non esitate a collegarvi al sito SIDEL. Le spiegazioni sono molto chiare.

https://www.syndacats-letoure.com/

-

PREV Elezioni legislative 2024: nell’Aveyron, il delegato dipartimentale della RN si immagina già ministro della Salute…
NEXT SENEGAL-GOVERNO / Il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri di mercoledì 12 giugno 2024 – Agenzia di stampa senegalese