Il Coordinamento rurale colpisce l’Ufficio francese per la biodiversità di Pavia

-

Domenica 26 maggio, il coordinamento del Gers ha preso di mira la costruzione dell’Ufficio francese della biodiversità a Pavie (Gers).

Domenica 26 maggio, in serata, è avvenuto un incidente significativo a Pavie, nel Gers. Il Coordinamento rurale del Gers ha preso di mira la costruzione dell’Ufficio francese per la biodiversità (OFB) in un’operazione di sciopero. All’ingresso del locale, uno striscione riportava un messaggio esplicito: “Linea rossa superata, ultimo avvertimento, poi consegniamo”.

Un’azione rivendicata sui social network

Il Coordinamento rurale del Gers ha rapidamente rivendicato la propria azione attraverso una pubblicazione sulla sua pagina Facebook. “Nella prima notte, una squadra del Coordinamento Rurale del Gers si è recata senza preavviso all’Ufficio francese per la Biodiversità a Pavia per fare un’ultima convocazione prima di una visita più vigorosa”, si legge. Gli agricoltori del Coordinamento rurale del Gers hanno saldato i cancelli e il cancello principale con lucchetti agricoli e hanno lasciato un messaggio chiaro agli agenti dell’OFB.

Motivi d’azione: controlli abusivi e armati

Le tensioni tra agricoltori e OFB sembrano aver raggiunto un punto critico. Il Coordinamento rurale del Gers denuncia in particolare “controlli abusivi” e “controlli armati da parte di agenti dell’OFB”. Nei due sabati precedenti erano già state lanciate due segnalazioni sulle proprietà private degli agricoltori, senza risultati soddisfacenti secondo il Coordinamento rurale.

Un chiaro avvertimento

Nel messaggio, il Coordinamento rurale del Gers non nasconde la sua determinazione ad agire in modo ancora più drastico se le loro richieste non verranno ascoltate. “Questo sarà il nostro ultimo avvertimento, in caso di una nuova ispezione per motivi del tutto assurdi da parte di agenti armati senza che gli armatori siano stati preventivamente informati e possano essere accompagnati, il nostro CR 32 effettuerà un’azione che sarà di totale natura diversa”, avverte il sindacato.

Reazioni e prospettive

Questo atto di protesta è un chiaro segno del crescente malcontento del mondo rurale nei confronti dei metodi dell’OFB. Gli agricoltori, esasperati da ciò che vedono come intrusione e pressione eccessiva, sembrano pronti a intensificare le loro azioni per farsi sentire.

#French

-

PREV Gazzetta Ufficiale: 3 comuni classificati in stato di calamità naturale – Notizie
NEXT Recepimento delle direttive europee: il Belgio migliora