Questa città della Val-d’Oise realizza diverse azioni ecologiche

Questa città della Val-d’Oise realizza diverse azioni ecologiche
Questa città della Val-d’Oise realizza diverse azioni ecologiche
-

Di

Raffaello Delaveaux

pubblicato su

26 maggio 2024 alle 8:40

Vedi le mie notizie
Segui La Gazette du Val d’Oise

La città di Saint-Brice-sous-Forêt (Val-d’Oise) sta portando avanti diverse azioni per promuovere biodiversità in un ambiente urbano.

Tra questi, il rivegetazione recente costruzione di diversi popolamenti arborei e installazione di cassette nido per uccelli, nel rispetto dell’ambiente.

Vegetazione

Per quanto riguarda la rivegetazione delle basi degli alberi, si tratta di rue Albert-Camus e rue Jean-Jacques-Rousseau.

Oltre ad abbellire l’ambiente di vita, ciò migliora la qualità e la porosità del suolo, aumentando così la capacità di infiltrazione dell’acqua piovana. Ciò consente anche di creare spazi più favorevoli alla biodiversità, come la fauna del suolo o gli impollinatori.

Comune di Saint-Brice-sous-Forêt

La crescita delle erbe infestanti sarà limitata, in particolare mediante la pacciamatura.

“Di conseguenza, il carico di lavoro del dipartimento spazi verdi sarà ridotto”.

Soprannominato dai bambini l’albero degli innamoratiil platano centenario che si trova in fondo al cortile della scuola Jules-Ferry è stato salvato nel 2022.

Le sue radici, cercando acqua, danneggiarono il bitume.

Video: attualmente su -

Il municipio ha quindi sollevato la questione della sua demolizione.

Alla fine la città creò una grande fossa attorno all’albero per farlo de-impermeabile la superficie e piantò diverse piante.

“Le radici recuperano così direttamente il acque acqua piovana e ciò impedisce, allo stesso tempo, che queste prendano acqua dalle reti igienico-sanitarie”, sottolinea la città di Saint-Brice.

Casette per gli uccelli

Julien Fritsch, falegname, e il suo collega Frédéric Ricci, “sono non poco orgogliosi dei loro risultati”.

Hanno realizzato 15 cassette nido, che sono installate nel parchi Georges-Brassens e Marie-Dominique-Pfarr.

L’obiettivo ? Aiuto uccelli da riprodurre, in particolare cinciallegre e cinciarelle.

Queste due specie di cince sono dette cavernicole, vale a dire che non costruiscono il classico nido tra i rami di un albero, ma utilizzano delle cavità per insediarsi e sistemare il nido: buca di un albero, cavità artificiale, buca di una sponda. , eccetera.

Tuttavia, le cavità naturali stanno diventando notevolmente più rare negli ambienti urbani.

“Per questo motivo il Comune vuole installare delle cassette nido”, spiega il Comune.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV il rifugio degli animali della saturata valle dell’Ubaye
NEXT Podcast Regione Sud / La Fiamma Olimpica oggi a Nizza e nelle Alpi Marittime questo martedì (e domani a Vaucluse!)