Il primo Open sul lago di Saint-Front vinto dai pescatori del Gard-Vaucluse

-

L’8 e il 9 maggio, il lago di Saint-Front ha accolto 14 squadre composte da due pescatori dell’Alta Loira, del Puy-de-Dôme, dell’Ardèche e una squadra del Gard/Vaucluse.

Jean-Pierre Bosc, il proprietario del lago, ha ospitato questo primo Saint-Front Open che ne chiede già altri. È stato affiancato nell’organizzazione da Alain Breure e Benjamin Pons, titolare di un negozio specializzato a Chadrac.

Ad eccezione del lucioperca e del blasone, i pescatori potevano catturare tutti gli altri pesci del lago: lasca, scardola, carpa, tinca, persico, trota.

La classificazione è stata fatta in base al peso totale.

Per quanto riguarda le tecniche, era tollerata tutta la pesca al colpo con canna grossa fino a 13 metri, feeder, inglese.

Il primo giro è stato molto difficile per tutti i pescatori con vento e raffiche oltre i 60 km/h, molto nuvoloso e freddo. La pesca del primo giorno è consistita nella cattura di numerose trote, circa 80 per 20 kg per la squadra del sud composta da Alain Mouralis e Benjamin Billaud, davanti alle squadre Patrick Avit – Bruno Arnoud, e ai Marcons, padre e figlio. Pescato totale del giorno: 56.500 kg.

Il secondo round, giovedì 9 maggio, si è svolto sotto il sole. Ma il pesce è rimasto discreto, con qualche trota all’inizio del giro, e un bel risveglio di scardola e scardola nell’ultima ora. Il terzetto di testa era lo stesso del giorno prima con un peso complessivo inferiore: 36.900 kg.

#French

-

PREV Il ministro Champagne co-presiederà la campagna liberale in Quebec
NEXT Globale: la Svizzera può fare meglio