Svezia | Nuovo programma di congedo parentale retribuito per i nonni

-

(Copenaghen) La Svezia ha lanciato lunedì una nuova legge rivoluzionaria che consente ai nonni di ottenere un congedo parentale retribuito per prendersi cura dei propri nipoti durante i primi tre mesi di vita.


Pubblicato ieri alle 17:59



Jan M. Olsen

Stampa associata

Questo sviluppo avviene dopo che il parlamento svedese, il Riksdag, che conta 349 seggi, ha approvato lo scorso dicembre la proposta del governo sul trasferimento dell’assegno parentale. Questo avviene 50 anni dopo che il paese scandinavo è diventato il primo al mondo a offrire un congedo parentale retribuito per i padri e non solo per le madri.

Secondo la legge, i genitori possono trasferire parte della loro generosa indennità di congedo parentale ai nonni del bambino. Una coppia di genitori può trasferire fino a 45 giorni, mentre un genitore single può trasferire fino a 90 giorni, a seconda dell’ente governativo che amministra il sistema di previdenza sociale.

Questo paese scandinavo di 10 milioni di abitanti, noto per il suo sistema di welfare finanziato dai contribuenti, ha costruito nel corso delle generazioni una società in cui i cittadini vengono assistiti dalla culla alla tomba.

In Svezia è consentito assentarsi completamente dal lavoro dopo la nascita di un figlio. L’assegno parentale viene corrisposto per 480 giorni, ovvero circa 16 mesi, per figlio. Di questi, il risarcimento per 390 giorni viene calcolato in base al reddito totale della persona, mentre per i restanti 90 giorni le persone ricevono un importo fisso di 180 corone (circa 23 dollari canadesi) al giorno.

Ci sono anche altri benefici per i genitori in Svezia: possono lavorare ad orario ridotto fino all’età di otto anni del bambino, mentre i dipendenti pubblici possono beneficiare di tale orario ridotto fino all’età di 12 anni.

Condizioni

Alexandra Wallin, dell’Agenzia svedese delle assicurazioni sociali, ha dichiarato all’emittente svedese SVT che la nuova legge “offrirà maggiori opportunità”.

Tuttavia, le regole per i nonni, ha spiegato, sono le stesse dell’assegno parentale ordinario e richiedono che una persona sia assicurata per l’assegno parentale, come nel caso della maggior parte degli svedesi.

Esistono delle condizioni per ricevere l’indennità parentale: un pensionato può anche usufruire del congedo parentale, nel qual caso l’indennità è basata sulla pensione della persona. Una persona non può cercare lavoro o studiare durante il periodo in cui riceve l’assegno parentale.

Nel 1974, la Svezia ha sostituito il congedo di maternità specifico per genere con il congedo parentale per entrambi i genitori. All’epoca la cosiddetta assicurazione parentale permetteva ai genitori di prendersi sei mesi di assenza dal lavoro per ogni figlio – ciascuno dei quali aveva diritto alla metà delle giornate.

Tuttavia, dopo questa decisione, secondo l’Agenzia delle assicurazioni sociali, solo lo 0,5% del congedo parentale retribuito è stato utilizzato dai padri. Oggi in Svezia, secondo l’agenzia, i padri beneficiano di circa il 30% del congedo parentale retribuito.

Gli Stati Uniti, idioti del congedo parentale

Al contrario, gli Stati Uniti sono uno dei pochi paesi – e l’unico paese industrializzato – a non avere una politica nazionale sul congedo di maternità retribuito. Il Family and Medical Leave Act fornisce ai lavoratori statunitensi idonei fino a 12 settimane di congedo protetto dal lavoro all’anno, ma questa volta non è retribuito.

“Non abbiamo il diritto al congedo parentale retribuito a livello federale o statale”, ha affermato Vicki Shabo, che ricerca e sostiene i programmi statunitensi di congedo familiare e medico retribuito presso il think tank New America con sede a Washington.

Programmi di congedo familiare retribuito sono stati creati in 13 stati e nel Distretto di Columbia, sebbene il congedo parentale offerto in questi luoghi sia in genere di circa tre mesi, solo una frazione dei benefici svedesi. Secondo la Labor Statistics Agency degli Stati Uniti, a marzo dello scorso anno solo circa un quarto dei lavoratori civili negli Stati Uniti beneficiava di un congedo familiare retribuito.

Anche negli stati che offrono un congedo retribuito per legare con un nuovo figlio, quel tempo non è trasferibile ai nonni a meno che non agiscano come genitori del bambino, ha ricordato Jared Make, vicepresidente dell’organizzazione no-profit A Better Balance.

“Le famiglie spesso si estendono oltre il nucleo familiare”, ha affermato Make. Esempi come la Svezia mostrano quanto siano indietro gli Stati Uniti. Abbiamo molto lavoro da fare per raggiungere il resto del mondo industrializzato. »

-

PREV Guerra in Ucraina: “Le potenziali vittime sono le capitali di questi Paesi europei”, la Russia reagisce alla decisione di schierare missili americani in Germania
NEXT Costato 8 milioni di euro: i veicoli non possono incrociarsi su questo ponte che è troppo stretto