Il presidente Félix Tshisekedi partecipa all’inaugurazione di Cyril Ramaphosa in Sud Africa

Il presidente Félix Tshisekedi partecipa all’inaugurazione di Cyril Ramaphosa in Sud Africa
Il presidente Félix Tshisekedi partecipa all’inaugurazione di Cyril Ramaphosa in Sud Africa
-

Il presidente Félix Tshisekedi è arrivato martedì sera a Pretoria, in Sud Africa, per presenziare alla cerimonia di insediamento del suo omologo sudafricano Cyril Ramaphosa, prevista per mercoledì presso l’Union Buildings di Pretoria, sede del governo sudafricano. Questo evento solenne riunirà diversi capi di Stato africani.

Il presidente Cyril Ramaphosa è stato rieletto dal nuovo Parlamento sudafricano per un secondo mandato quinquennale.

Sabato scorso il presidente Tshisekedi si è congratulato con il suo omologo per la sua rielezione, ottenuta con 283 voti su 400 nel Parlamento sudafricano. Le due nazioni, membri della Comunità per lo sviluppo dell’Africa australe (SADC), continuano a rafforzare i loro legami, impegnandosi reciprocamente per la stabilità, la pace e lo sviluppo regionale e globale.

Ad esempio, nel luglio 2023, durante un incontro allargato, i presidenti Tshisekedi e Ramaphosa hanno ribadito il loro impegno a intensificare la cooperazione bilaterale, individuando settori chiave come la sicurezza, l’economia, la finanza, le infrastrutture, l’agricoltura e il settore sociale. “Dobbiamo intensificare la cooperazione lungo l’asse Pretoria-Kinshasa. I nostri due paesi, con la loro influenza, possono promuovere un maggiore sviluppo economico nella regione dell’Africa meridionale”, ha affermato il presidente Tshisekedi durante una conferenza stampa congiunta.

Anche sul piano militare le relazioni si sono rafforzate. Il presidente Ramaphosa ha ordinato il dispiegamento di 2.900 membri della Forza di difesa nazionale sudafricana nella RDC, a partire dal 15 dicembre 2023 e fino al 15 dicembre 2024. Questo dispiegamento mira ad assistere il governo congolese nel ripristinare la pace e la sicurezza nell’est del paese, una regione spesso sconvolta dalle attività dei gruppi armati.

Questa operazione, denominata SAMIDRC, rappresenta un investimento di oltre 2 miliardi di rand (circa 134 milioni di dollari), finanziato dal governo sudafricano, in conformità con la sezione 201(2)(c) della Costituzione della Repubblica del Sud Africa.

Oltre alla loro partecipazione alla SADC, i due paesi fanno affidamento su un accordo generale di cooperazione firmato il 13 gennaio 2004 per guidare la loro collaborazione. Le truppe sudafricane, già integrate nella Brigade Intervention Force (FIB) nella RDC, potrebbero vedere la loro presenza rafforzata dalla futura cooperazione militare mirata specificamente allo spiegamento nel Congo orientale.

-

NEXT Le Antille minacciate dall’uragano Béryl, classificato come “estremamente pericoloso”: notizie