“Io sono Céline Dion”: quando e come è stata girata la scena che sconvolgerà i fan

“Io sono Céline Dion”: quando e come è stata girata la scena che sconvolgerà i fan
“Io sono Céline Dion”: quando e come è stata girata la scena che sconvolgerà i fan
-

La lotta contro la malattia si presenta come il filo conduttore di questo documentario, Io sono: Céline Dion. La malattia è la “sindrome dell’uomo rigido” che provoca spasmi muscolari più o meno violenti, dalle corde vocali alle dita dei piedi, e di cui apprendiamo qui che soffre da 18 anni. Ma fino a poco tempo fa la malattia non veniva diagnosticata. Inoltre, quando sono iniziate le riprese, la diagnosi non era stata fatta. Celine Dion stava soffrendo, iniziando a cancellare i concerti, ma non sapeva contro cosa stava combattendo.

Una sequenza rischia di sconvolgere i fan. Avviene dopo una sessione in studio, piena di emozioni e fastidi, per registrare la canzone per il film Amare di nuovo, l’unico titolo uscito negli ultimi anni. Celine Dion trova il suo fisioterapista e nota che i suoi piedi si stanno irrigidendo. È un sintomo che può essere un avvertimento di una crisi più ampia ed è ciò che sta accadendo. Céline si sdraia, tutto il suo corpo ha degli spasmi muscolari, il suo team la mette in una posizione laterale di sicurezza e le ripete parole rassicuranti.

“La cosa peggiore che abbia mai girato”

Il corpo è rigido, il volto congelato in un ghigno inquietante e agitato dagli spasmi, ci sono grida e lacrime, medicine e un cronometro. “ Se entro 10 minuti non si notano miglioramenti, chiamare aiuto. », pronuncia uno degli operatori sanitari presenti dopo aver somministrato uno spray nasale. “ Questa è la cosa peggiore che abbia mai filmato. si confida la regista Irene Taylor al microfono di Le Parisien. Ero tutto solo con il dottore e il cameraman nella stanza, avevo le cuffie e riuscivo a malapena a sentire il suo respiro. Durò quaranta minuti prima che riprendesse conoscenza! (…) Mi chiedevo se avrei continuato a girare, ma avevo lavorato abbastanza con lei prima per sapere che dovevo farlo. »Irene Taylor racconta anche ai nostri colleghi che questa scena è stata girata alla fine del 2022.

Superata la crisi, Céline Dion si alza e… canta Chi sono di Wyn Stark. La sua canzone” fine della crisi ” E “ fine della sessione ”, secondo la badante che lo accompagna.

Dato che sapeva contro quale malattia stava combattendo, Céline Dion sta meglio, riceve cure adeguate. Ma questa malattia neurologica è rara e difficile da domare. La star spera di poter cantare di nuovo e tornare sul palco per ritrovare il suo pubblico. Su TF1 la scorsa settimana, ha parlato con i suoi fan francesi, assicurando loro che stava facendo di tutto per poter tornare: “ Non so quando. Ma tornerò sul palco “, lei disse.

-

PREV Marcello Mastroianni infedele: Faye Dunaway racconta tutto della loro torrida relazione ed è pazzesco
NEXT Questa mostra temporanea al Palazzo Ideale del Postino Cheval mette sotto i riflettori due artiste