“È fiducioso ed è un fan di Johnny”: perché JuL ha deciso di esibirsi quasi esclusivamente all’Amnesia di Cap-d’Agde?

“È fiducioso ed è un fan di Johnny”: perché JuL ha deciso di esibirsi quasi esclusivamente all’Amnesia di Cap-d’Agde?
“È fiducioso ed è un fan di Johnny”: perché JuL ha deciso di esibirsi quasi esclusivamente all’Amnesia di Cap-d’Agde?
-

Il marsigliese JuL, detentore del record di dischi di platino in Francia, resta fedele all’Amnesia, a Cap-d’Agde, creata da André Boudou, 40 anni fa. Si esibisce quasi esclusivamente il 30 giugno. Per il terzo anno consecutivo. Spiegazioni.

Coloro che non conoscevano ancora JuL, annunciato a Cap-d’Agde (Hérault) a fine giugno, hanno potuto scoprirlo quando la fiamma ha attraversato Marsiglia a metà maggio. Il rapper, originario della città di Marsiglia, ha acceso il calderone olimpico, davanti ai televisori e a 150mila persone, compresa la coppia presidenziale, dopo il passaggio del testimone da parte del nuotatore Florent Manaudou.

In pochi anni, questo prolifico cantautore è diventato un fenomeno. È il più venduto della storia del rap e ha addirittura battuto, nel 2023, il record francese precedentemente detenuto dallo stesso Johnny Hallyday, in numero di dischi di platino ottenuti (100.000 copie), con 21 album certificati.

Ciò dimostra che Julien Mari, 34 anni, è da più di dieci anni influente nel panorama musicale francese, idolo di tanti giovani sensibili ai suoi successi orecchiabili come Chikita O Banda organizzata.

Anche se lascia indifferenti i vecchi o esaspera quando canta, con la voce modificata dal software Auto Tune, della vita di quartiere e dei suoi eccessi, in uno slang destabilizzante per i profani.

Lo Stade de France e il Vélodrome saranno completati nella primavera del 2025

Il grosso problema per i fan o i curiosi è che Jul mette in scena molto raramente uno spettacolo. Non vedo quasi più nulla. Due date riempite in pochi minuti, non date qualunque, ma in un anno: lo Stade de France il 26 aprile 2025 e lo Stade Velodrome il 24 maggio 2025.

E nel frattempo, quasi nulla. Un’eccezione a Calvi, in Corsica, il 3 agosto al porto. E una conferma: la star ha una cotta per l’Amnesia, il club di Cap-d’Agde, creato appena 40 anni fa e gestito da André Boudou e suo figlio Grégory, rispettivamente padre e fratello di Laéticia Hallyday.

Là terrà un concerto nella notte tra il 30 giugno e il 1 luglio, per una notte di festeggiamenti che chiuderà il fine settimana dell’anniversario del club.

“Era tutto esaurito appena aperte le prenotazioni, le pre-prenotazioni avevano già riempito tutto… JuL è un fenomeno, un extraterrestre, tutti lo vogliono, ma è anche un artista per la sua rarità” assapora André Boudou, 75 anni. E questa è la terza estate consecutiva che il rapper si esibisce all’Amnesia, senza quasi offrire altre date ai suoi fan.

Le spiegazioni? “Essere il patrigno di Hallyday mi ha aiutato all’inizio” indica André Boudou, Jul che è un fan sfegatato dell’ex cantante francese.

“È un fan di Johnny”

“È un tifoso di Johnny, quando era tutto esaurito allo Stade de France, ha detto “Ero esaurito come Johnny”.

Ma secondo il boss dell’Amnesia entrano in gioco anche altri fattori. “Con noi si sente al sicuro” sviluppa André Boudou, riferimento all’organizzazione draconiana essenziale per accogliere il cantante in termini di sicurezza del posto, trasporto e uscita dalla discoteca, frutto di lunghe consultazioni e consultazioni.

“Viene perché è un amico, fa parte della famiglia, è vicino a me e a mio figlio, ama il luogo dove si trova in un clima di fiducia” apprezza il padre di Laéticia. “Per andare avanti nella vita, devi sapere da dove vieni e questo è il caso di Julien.”

Se i 1.500 biglietti hanno trovato acquirenti, i fan ora devono sognare che JuL raddoppi la posta all’Amnesia, perché no quest’estate.

-

PREV “Beverly Hills Cop 4” su Netflix. Non esattamente un ritorno vincente per Eddie Murphy
NEXT Due artisti reinventano il mondo balneare di Concarne nella mostra Les Flottantes