Perrier rassicura, l’orgoglio a Montpellier, etichetta verde per Frontignan… le novità essenziali nella regione

Perrier rassicura, l’orgoglio a Montpellier, etichetta verde per Frontignan… le novità essenziali nella regione
Perrier rassicura, l’orgoglio a Montpellier, etichetta verde per Frontignan… le novità essenziali nella regione
-

Ogni sera alle 20:30 trovi le 5 notizie regionali del giorno da non perdere.

Più di 15.000 persone alla Marcia del Pride

#MONTPELLIER – Questo sabato, 15 giugno, sotto le bandiere della città di Montpellier, tra le prime a sostenere la causa delle persone LGBTQIA+, 15.000 persone hanno marciato, ballato, cantato, esultato per la 31a Marcia del Pride, sul tema “Rivolta”. Come ogni anno, molti collettivi hanno risposto insieme ai volontari del Fierté Montpellier Pride per portare l’atmosfera nelle strade di Montpellier. In mezzo ai carri color arcobaleno, abbiamo potuto vedere dei cartelli che riflettono le notizie delle prossime elezioni: “Più regine, meno RN”. Verso le 19, il festoso e colorato corteo si è diretto ai giardini Peyrou per il concerto di Bilal Hassani.

Mobilitazione contro il RN

#GARD/AUDE – Le manifestazioni contro il Raduno Nazionale sono continuate questo sabato, 15 giugno. A Nîmes, circa 1.500 persone si sono riunite su appello dell’associazione intersindacale Gardoise. Un momento considerato “storico” dopo lo scioglimento dell’Assemblea nazionale e l’indizione delle elezioni legislative il 30 giugno e il 7 luglio. Ad Alès circa 400 manifestanti sono scesi in piazza per esprimere la volontà di bloccare l’estrema destra. Nell’Aude, 800 persone hanno manifestato a Carcassonne. Venerdì sera erano circa 3.000 a Montpellier, 600 a Millau e 700 a Sète a formare un “fronte popolare” su appello di una decina di associazioni.

La cifra di oggi: 2200

#PALAVAS-LES-FLOTS – 24 ore di corsa e animazione per i bambini dell’Istituto Saint-Pierre. Circa 2.200 partecipanti divisi in 235 squadre sono partiti sabato per la settima edizione di questa grande corsa di solidarietà a Palavas-les-Flots, sostenuti da centinaia di sostenitori-spettatori. La bella somma di 443.000 euro era già stata raccolta prima dell’inizio della 24 H Run che dovrebbe concludersi questa domenica. L’anno scorso le donazioni ammontarono a quasi 630.000 euro.

Frontignan si distingue per la biodiversità

#HERAULT – La Città di Frontignan può essere orgogliosa di aver vinto, quest’anno, in concomitanza con la tradizionale Bandiera Blu, il premio Thomas Joly per la biodiversità. La giuria ha voluto premiare i comuni di Frontignan, Sète e Marseillan per la loro partecipazione all’Atlante della Biodiversità Comunale (ABC) della Laguna, per il quale è stato incaricato il Centro Permanente di Iniziative Ambientali (CPIE) del Bacino di Thau. “Abbiamo voluto evidenziare il carattere collaborativo dell’azione e premiare tutti i comuni coinvolti nell’etichetta Bandiera Blu e in questo progetto di Atlante della Biodiversità”, ha spiegato in dettaglio la giuria. La Laguna di Thau è infatti un ambiente fragile che deve essere protetto e preservato. Per questo sono stati realizzati inventari professionali e partecipati (pubblico e scuole) ponendo l’accento sulla fauna e flora sottomarina, sulla biodiversità ordinaria, sulla fauna notturna e sulle specie non autoctone della laguna.

Perrier: Nestlé rassicura

#GARD – Nestlé ha affermato venerdì che continua a produrre e commercializzare le sue bottiglie da 1 litro di Perrier vert, dopo che Le Monde e Radio France avevano segnalato la sospensione della produzione di questo formato nello stabilimento di Vergèze a causa di problemi da diverse fonti. “La produzione di Perrier 1 litro non si ferma” e “sì, le bottiglie Perrier verdi da 1 litro prodotte vengono commercializzate”, ha detto Nestlé Waters all’AFP. L’azienda aveva già dovuto interrompere l’attività di uno dei suoi pozzi in aprile su richiesta dello Stato e distruggere almeno 2 milioni di bottiglie dopo la scoperta di batteri di origine fecale.

-

PREV Sopravvivenza del festival Vieilles Charrues: “Le soluzioni sono sul tavolo”, secondo De Calan
NEXT A Tolosa sulle orme di Nougaro e con la testa tra le stelle