“Totally Spies”, la serie fenomeno degli anni 2000, torna per Gulli

“Totally Spies”, la serie fenomeno degli anni 2000, torna per Gulli
“Totally Spies”, la serie fenomeno degli anni 2000, torna per Gulli
-

Il trio di spie più popolare degli anni 2000 torna in azione: “Totally Spies!” », serie animata francese di successo mondiale, torna domenica mattina su Gulli (gruppo M6) per una settima stagione aggiornata, 11 anni dopo la precedente su TF1.

Troveremo Sam, Clover e Alex, adolescenti che conducono una doppia vita come agenti segreti di Woohp, un’organizzazione per la protezione dell’umanità, sempre vestiti con tute verdi, rosse e gialle, con sede questa volta a Singapore e più ancora a Beverly Hills.

Nuovi crediti, nuovo capo di Woohp – in sostituzione di Jerry, in pensione ma ancora presente -, nuovi gadget, meno interesse per la moda e più per l’ecologia… Il franchise lanciato nel 2001 ha subito un restyling per “proiettare» i suoi personaggi “in un mondo questo è cambiato”, ha spiegato il produttore della settima stagione, Benoit Di Sabatino, responsabile del settore giovanile del Banijay.

Ma le Spie “sono all’80% quello che tutti sanno, non sono cambiate”, assicura chi si è avvalso di un regista e di sceneggiatori già al lavoro sulle stagioni precedenti. Abbastanza per soddisfare i primi fan dei “30-35 anni” e un nuovo pubblico tra i “6-10 anni”, spera il produttore.

Ispirato da James Bond e Britney Spears

“Ho voluto rilanciarli ma, spero, con delicatezza, in modo che sia solo il prolungamento di un successo che non è indegno da 20 anni”, aggiunge.

Creata da due produttori francesi, Vincent Chalvon-Demersay e David Michel, ispirandosi a James Bond e al “girl power” promosso dalle Spice Girls o Britney Spears, la serie è stata trasmessa in 220 territori e in 60 lingue, con 156 episodi prodotti. dal 2001 al 2013.

-

PREV un francese si aggiudica il jackpot di 166 milioni di euro!
NEXT Insolvente e in vendita | Tre opzioni del Quebec per Just for Laughs