Ecco i siti turistici dove si concentrano più borseggiatori d’Europa

Ecco i siti turistici dove si concentrano più borseggiatori d’Europa
Ecco i siti turistici dove si concentrano più borseggiatori d’Europa
-

I borseggiatori dilagano in ogni città e in ogni paese, il più delle volte utilizzando tecniche molto intelligenti. Quante persone hanno avuto la spiacevole sorpresa di scoprire che il loro portafoglio era stato rubato di nascosto?

Una recente classifica stilata dalla compagnia britannica di assicurazioni di viaggio Quote Zone ha appena elencato le attrazioni turistiche in cui i borseggiatori sono più attivi in ​​Europa. A tale scopo, la piattaforma ha analizzato l’indice europeo dei borseggi, che studia la percentuale di menzioni di borseggi nei commenti dei visitatori sulle cinque principali attrazioni turistiche di ciascun paese europeo. Se guardiamo ai risultati, il primo posto è occupato da una destinazione italiana.

Scopri in video le dieci città più piacevoli per il telelavoro in Europa:

Un sito romano in primis

Troviamo infatti al primo posto la magnifica Fontana di Trevi situata a Roma. Il sito turistico registra ben 478 episodi di borseggio per ogni milione di visitatori. Si stima che ci siano in media 100 visitatori all’ora alla Fontana di Trevi. Il secondo posto è occupato da un’attrazione situata a meno di un’ora e mezza di treno da Bruxelles: la Torre Eiffel. Il monumento francese più iconico conta 251 borseggi per ogni milione di visitatori. Completano infine il podio le imperdibili Ramblas di Barcellona con 111 borseggi.

Andando più nel dettaglio dei risultati, apprendiamo che i borseggiatori sono più presenti in Italia, a Roma (Fontana di Trevi, Colosseo, Pantheon), a Milano (Duomo di Milano) e a Firenze (Museo degli Uffizi). Poi viene la Francia, dove i borseggiatori sono attivi soprattutto a Parigi (Torre Eiffel, Museo d’Orsay, Arco di Trionfo, Museo del Louvre) e in Spagna, in particolare a Barcellona (Sagrada Familia, Las Ramblas), Madrid (Plaza Major, Museo del Prado) e Granada (L’Alhambra).

E il Belgio? Il nostro Paese sembra risparmiato dai borseggiatori poiché non figura nella top 10. I Paesi Bassi, invece, occupano il quinto posto. Il sito turistico più esposto ai borseggi è il quartiere a luci rosse di Amsterdam dove si registrano 110 furti ogni milione di visitatori.

Come proteggersi dai borseggiatori?

I nostri colleghi di Euronews ci riferiscono il consiglio di Greg Wilson, fondatore e amministratore delegato di Quotezone, per proteggersi da possibili furti: “È essenziale rimanere sempre vigili, lasciare oggetti di valore, come gioielli costosi, nella cassaforte di un hotel e viaggiare sempre con una borsa a tracolla sicura con cerniera per riporre telefoni e portafogli o anche un marsupio. Cerca di non lasciare mai i tuoi effetti personali incustoditi, poiché le compagnie di assicurazione di viaggio richiedono ai viaggiatori di usare ragionevole cura e potrebbero rifiutare richieste di risarcimento assicurativo per furto se gli oggetti sono stati lasciati soli“.

Infine, ultimo consiglio: “È inoltre importante ricordarsi di presentare una denuncia alla polizia in caso di smarrimento o furto di un oggetto se si è vittime di borseggi, poiché ciò supporterà la richiesta di risarcimento assicurativo“.

Le 10 principali attrazioni turistiche con più borseggiatori:

1. Fontana di Trevi, Roma (Italia)

2. La Torre Eiffel, Parigi (Francia)

3. Las Ramblas, Barcellona (Spagna)

4. Porta di Brandeburgo, Berlino (Germania)

5. Il quartiere a luci rosse, Amsterdam (Paesi Bassi)

6. Il quartiere dell’Alfama, Lisbona (Portogallo)

7. Il quartiere di Sultanahmet, Istanbul (Türkiye)

8. Museo dell’Acropoli, Atene (Grecia)

9. Piazza del Mercato, Cracovia (Polonia)

10. The Guinness Storehouse, Dublino (Irlanda)

Non perdere nessuna notizia sullo stile di vita sosoir.lesoir.be e iscriviti subito alle nostre newsletter tematiche cliccando qui.

-

PREV Festival Hot Docs di Toronto | Un documentario sulla resistenza del popolo Wet’suwet’en vince il Premio del Pubblico
NEXT Potresti fare una crociera con Guylaine Tremblay e Marie-Claude Barrette