Ad Ambrault, il festival Blues Berry festeggia il suo decimo anniversario il 19 e 20 luglio 2024

Ad Ambrault, il festival Blues Berry festeggia il suo decimo anniversario il 19 e 20 luglio 2024
Ad Ambrault, il festival Blues Berry festeggia il suo decimo anniversario il 19 e 20 luglio 2024
-

Un importante festival blues nel cuore di un piccolo villaggio di Berry. Questo è il progetto lanciato più di dieci anni fa da Jean-Pierre Schaeffer. Per circa trent’anni l’idea aleggiò nella testa di questo responsabile di eventi della regione parigina, oggi scomparso.

Con un gruppo di amici decide di lanciarsi nell’avventura: nel luglio 2014, nonostante la pioggia e i temporali, 800 spettatori arrivano ad Ambrault per la prima edizione di Blues Berry. Dieci anni dopo, l’entusiasmo è ancora lo stesso.

“Tutti gli artisti sono headliner”

In dieci anni – e nonostante un’edizione cancellata e una versione ridotta a causa del Covid-19 – il festival è cresciuto ma conserva la sua originaria dimensione familiare. Inizialmente previsti in una serata, dal 2021 i concerti si svolgono nell’arco di due giorni, venerdì e sabato sera. “L’anno scorso abbiamo accolto tra le 3.200 e le 3.300 persone durante il fine settimanaspiega Estelle Aujard, copresidente dell’associazione Blues Berry. Il tutto supervisionato da un centinaio di volontari. »

Quest’anno, otto artisti e gruppi sfileranno sui due palchi installati nello stadio municipale di Ambrault. Ospite prestigioso, chiuderà anche questo 10 il musicista irlandese Johnny Gallaghere la modifica. “È uno dei migliori chitarristi anglosassoniafferma Daphné Trouvé-Lusurier, seconda copresidente. Il giorno prima gioca a Le Havre e il giorno dopo in Svizzera. Ci fa l’onore di fermarci a casa nostra. » “Tutti gli artisti sono headlinercontinua Estelle Aujard. Sono abituati a suonare davanti a 20.000 persone e vengono qui per concerti più intimi. »

Italiano:

Entrata gratis

Oltre ai grandi nomi del blues, gli organizzatori mettono in risalto anche i musicisti locali grazie ai loro palchi aperti. “L’obiettivo è offrire agli artisti locali l’opportunità di fare la loro prima apparizione professionale”, spiega Estelle Aujard. Quest’anno gli spettatori potranno scoprire il gruppo Tr3bz di Issoldun.

Un altro desiderio degli organizzatori è quello di rendere la musica accessibile con ingresso gratuito, dove ogni spettatore donerà la cifra che desidera. “Vogliamo che il festival sia aperto a tutti, e non riservato solo a specialisti o appassionati bluesconfida Daphné Trouvé-Lusurier. Vogliamo introdurre questo genere nelle aree rurali. »

programma

> Venerdì 19 luglio. Nico Wayne Toussaint (in quartetto, armonicista e cantante); Mayflies (duo piano-voce che rivisita i classici di Ray Charles); Tr3bz (folk blues, scena locale).

> sabato 20 luglio. Blues Corner (cover blues e composizioni dal loro album); Julianne Joe (cantante e polistrumentista con chitarra, banjo, violino); Didier Marty (sassofonista, cantante e chitarrista); The Wild Blues OneManband Jacob Wild (one-man band, blues rock); Johnny Gallagher (country, jazz, blues, roadhouse e rock).

10e Blues Berry Festival, allo stadio municipale di Ambrault, il 19 e 20 giugno: porte aperte dalle 18:00 alle 18:00. ENTRATA LIBERA. Mercatino artigianale, ristorazione e bar in loco.

-

PREV bambini piccoli confinati durante il Covid-19 che hanno difficoltà a scuola
NEXT La RDC non ha registrato alcun caso di COVID-19 (ufficiale)