Salute: da martedì la Commissione Europea ritira dal mercato il vaccino anti-Covid di AstraZeneca

Salute: da martedì la Commissione Europea ritira dal mercato il vaccino anti-Covid di AstraZeneca
Salute: da martedì la Commissione Europea ritira dal mercato il vaccino anti-Covid di AstraZeneca
-

Il laboratorio ha riconosciuto che il suo vaccino ha causato trombosi in casi “isolati”, ma lo ritira per un altro motivo.

La Commissione Europea ha ritirato l’autorizzazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca su richiesta dell’azienda, precisa quest’ultima in un comunicato stampa. Il laboratorio ha recentemente ammesso in tribunale che il suo vaccino potrebbe causare trombosi in casi “isolati” ma non per questo motivo oggi è ritirato dal mercato.

È stato nel novembre 2022 che il vaccino AstraZeneca ha ottenuto la piena autorizzazione all’immissione in commercio nell’Unione Europea (UE). È stato poi il primo vaccino anti-Covid a non utilizzare la tecnica Arn Messenger come quelli di Pfizer e Moderna. Il vaccino di AstraZeneca era a vettore virale, basato su un adenovirus modificato.

Mancanza di domanda

Da martedì 7 maggio il vaccino Vaxzevria di AstraZeneca contro il Covid-19 non sarà più commercializzato nell’Unione Europea da martedì. In un comunicato stampa, AstraZeneca giustifica il suo ritiro con la mancanza di domanda e l’eccedenza di vaccini attualmente disponibili sul mercato. “Poiché sono stati sviluppati numerosi vaccini aggiornati per le varianti Covid-19, ora c’è un surplus di vaccini disponibili. Ciò ha portato a una diminuzione della domanda di Vaxzervria, che non viene più prodotto o fornito.”

La revoca dell’autorizzazione non è rara quando i prodotti non sono richiesti nell’Unione Europea.

In totale, sono state fornite 3 miliardi di dosi in tutto il mondo e AstraZeneca è lieta di aver salvato “più di 6,5 milioni di vite” solo nel primo anno di utilizzo del vaccino.

In Francia, l’Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari (ANSM) ha pubblicato, dall’inizio della vaccinazione, rapporti completi sugli effetti avversi legati al vaccino AstraZeneca.

Si ricorda che tutti gli studi effettuati dimostrano che il rapporto rischio-beneficio di tutti i vaccini anti-Covid è ampiamente positivo a favore della vaccinazione. Inoltre, evitano forme gravi della malattia.

-

PREV Lo stato indiano accusa il guru dello yoga di aver ingannato il pubblico con il COVID e altre cure
NEXT La visita di Xi Jinping a Parigi rivela lo scontro tra due mondi