Scomparsa della star del gioielliere a Saint-Tropez: sua moglie, Chantal Nobel, era l’eroina di una serie cult

-

Il resto dopo l’annuncio

Saint-Tropez piange una delle sue stelle più luminose. Come rivela il quotidiano Var Mattina nella sua edizione di questo martedì, 21 maggio, È morto Jean-Louis Julian, famoso gioielliere e creatore della boutique Passage du Port venerdì scorso, 17 maggio. È stata sua figlia Anne-Charlotte a condividere la triste notizia: “Era il padre più straordinario della terra, un marito meraviglioso e un amico sincero” spiega. “La partenza il 17 maggio, il giorno della spavalderia, è del tutto rappresentativa dell’amore che aveva per Saint-Tropez.” Per tutti coloro che desiderano rendere un ultimo omaggio al gioielliere, il funerale religioso di Jean-Louis Julian avrà luogo presso la chiesa di Saint-Tropez questo giovedì 23 maggio alle 14,30.

Chantal Nobel perde il marito

Se era un amante dei gioielli, è nell’attrice Chantal Nobel che ha trovato la sua perla più rara. “Si sono conosciuti nel 1977 e hanno avuto una grande storia d’amore. Era un ottimo marito, sempre solidale con sua moglie, soprattutto dopo il suo incidente. Era di grande nobiltà ed eleganza.” continua la figlia. Dopo la loro cotta, Jean-Louis Julian e Chantal Nobel si sono sposati nel 1985. Due grandi star si sono poi sposate poiché Chantal Nobel non era altro che una delle figure della serie di successo Chateauvallon Ma il matrimonio era sicuramente lontano da quello che aveva sognato Chantal Nobel, lei che allora era su una sedia a rotelle.

Chantal Nobel, vittima di un grave incidente stradale con Sacha Distel

Al culmine della sua gloria, Chantal Nobel lascia una registrazione dello spettacolo Champs Élysées il 28 aprile 1985 con Sacha Distel. Lei era allora una passeggera nel veicolo che il cantante guidava, una Porsche 924 Carrera GT, un’auto da corsa, vittima di un grave incidente. Se ne esce quasi indenne, non è il caso di Chantal Nobel. Dopo 21 giorni trascorsi in coma, conserva ancora le potenti cicatrici dell’incidentediventa disabile all’80% per tutta la vita. Questo incidente segna l’inizio della guerra con Sacha Distel, contro il quale finisce per sporgere denuncia.

Se le versioni dei due protagonisti differiscono, Chantal Nobel afferma che Sacha Distel guidava a 155 km orari e che l’incidente fu in gran parte colpa sua. Sacha Distel fu condannata nel 1988 a un anno di reclusione con sospensione della pena per lesioni involontarie. Nel frattempo, Chantal Nobel aveva una grande storia d’amore con Jean-Louis Julian. La coppia visse allora in una casa a Ramatuelle dove si stabilirono come famiglia e dove il gioielliere si preoccupò sempre di far stare bene la moglie nonostante la sua disabilità. Quello che Chantal Nobel ha appena perso è quindi il suo più grande pilastro.

-

PREV Slam: Cyril Féraud reagisce all’arrivo di Théo Curin, che gli succede alla presentazione della partita di France 3
NEXT sosia della madre, posa con un abito da 3.000 euro per una importante rivista