La Svizzera, questa “nazione start-up” poco conosciuta che vuole influenzare la scena mondiale

La Svizzera, questa “nazione start-up” poco conosciuta che vuole influenzare la scena mondiale
La Svizzera, questa “nazione start-up” poco conosciuta che vuole influenzare la scena mondiale
-

ANALISI – Il Paese svizzero conta su un ecosistema molto condensato che unisce università di eccellenza, laboratori di ricerca e grandi gruppi. Con più di venti unicorni creati in 10 anni, il successo è assicurato.

Piccoli nelle dimensioni, grandi nelle ambizioni. In una corsa tecnologica globale in cui Silicon Valley e Parigi – il patriottismo obbliga – catturano la maggior parte dell’attenzione in Francia, altri territori cercano di far sentire la propria voce. È il caso della Svizzera, che all’ultima fiera Vivatech di Parigi si è presentata con diverse decine di start-up nel suo padiglione. L’opportunità per il Paese svizzero di mostrare la ricchezza del suo ecosistema. Con 2,3 miliardi di dollari di fondi raccolti nel 2023 secondo Dealroom, la Svizzera è tra le prime 5 in Europa, dietro a Regno Unito, Francia, Germania e Svezia. È quindi davanti a Italia, Spagna, Belgio e Irlanda.

Leggi ancheCome venti star francesi della tecnologia vogliono cavalcare l’“effetto Macron” a Davos

Soprattutto, nell’arco di dieci anni, la Svizzera ha dato alla luce più di 25 unicorni, aziende valutate più di 1 miliardo di dollari. Vale quanto la Francia, che ha 8 volte più abitanti. La sua aura nel panorama globale dell’innovazione non si misura solo dalla potenza del suo…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Ti resta l’80% da scoprire.

Vendita lampo

1€ al mese per 3 mesi. Senza impegno.

Già iscritto? Login

-

PREV il mistero dell’ultima cabina telefonica in Francia
NEXT Maersk deplora il peggioramento delle interruzioni nel trasporto di container