Le debolezze del quadro normativo persistono dopo il crollo del Credit Suisse, afferma la BNS

Le debolezze del quadro normativo persistono dopo il crollo del Credit Suisse, afferma la BNS
Le debolezze del quadro normativo persistono dopo il crollo del Credit Suisse, afferma la BNS
-

Le debolezze del quadro normativo finanziario svizzero persistono dopo il crollo di Credit Suisse nel 2023 e devono essere affrontate, ha affermato giovedì la Banca nazionale svizzera.

Nell’ambito di un piano di salvataggio sostenuto dallo Stato, Credit Suisse è stata assorbita dalla rivale di lunga data UBS nel 2023. I timori che l’istituto di credito allargato comportasse rischi per l’economia hanno spinto il governo a proporre regolamenti più severi per le banche ritenute “troppo grandi per fallire” in aprile.

Al centro del piano c’erano le proposte affinché UBS detenesse più capitale, ma il processo politico è ancora lungo.

Nel suo rapporto annuale sulla stabilità finanziaria la Banca nazionale ha dichiarato di condividere il punto di vista del Consiglio federale sulla necessità di intervenire sui requisiti patrimoniali, sulla liquidità, sull’intervento tempestivo e sulla pianificazione finanziaria e sulla risoluzione dei fallimenti.

“L’attuale capitalizzazione della banca madre UBS è più forte di quella della banca madre Credit Suisse prima della crisi. Tuttavia, i punti deboli dell’attuale regime permangono e devono essere affrontati”, ha affermato la banca centrale.

La BNS ha inoltre sostenuto una revisione del coefficiente di copertura della liquidità, una misura chiave per valutare la capacità di una banca di soddisfare le proprie richieste di liquidità, dopo che i deflussi dei depositi al dettaglio durante la crisi del Credit Suisse sono stati più significativi e più rapidi del rapporto ipotizzato.

Mercoledì l’autorità di regolamentazione finanziaria svizzera ha affermato che l’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS non ha sollevato problemi di concorrenza, nonostante le raccomandazioni dell’autorità antitrust del paese secondo cui meritava un ulteriore esame. (Segnalazione di Miranda Murray e Ludwig Burger Montaggio di Dave Graham)

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori