Dichiarazione dei redditi 2024: numerose attestazioni per spese per l’infanzia non adempienti

Dichiarazione dei redditi 2024: numerose attestazioni per spese per l’infanzia non adempienti
Dichiarazione dei redditi 2024: numerose attestazioni per spese per l’infanzia non adempienti
-

Un’ondata di panico per molte famiglie al momento di compilare la dichiarazione dei redditi. “Molti genitori non hanno ricevuto il certificato fiscale corretto per i costi dell’assistenza all’infanzia. Rischiano di perdere il vantaggio fiscale”la Lega delle Famiglie era allarmata all’inizio di giugno.

Questa misura fiscale a sostegno delle famiglie è significativa: le spese per l’infanzia (asilo nido, tirocinio, asilo nido scolastico, campeggio giovanile, ecc.) sono deducibili al 45% con un massimo di 15,70 euro al giorno e per bambino fino a 14 anni (o meno). 21 anni in caso di disabilità grave). Secondo la Lega delle famiglie, più di mezzo milione di famiglie belghe beneficiano ogni anno di questa riduzione fiscale.

Dichiarazione dei redditi 2024: quali sono i consigli per non pagare troppe tasse?

D’ora in poi, le organizzazioni dovranno completare il modello 281.86. “Fino a poco tempo fa esisteva un’ampia varietà di tipi di certificazione. L’obiettivo principale è raggiungere una maggiore uniformità e semplificazione amministrativa”, spiega Florence Angelici, portavoce di FPS Finanze. “Il contenuto del nuovo modello di certificato non differisce sostanzialmente dal vecchio modello opzionale. Solo la menzione dei numeri nazionali del debitore e del figlio sono dati aggiuntivi veramente obbligatori. Gli istituti di assistenza all’infanzia quindi non devono lavorare in modo radicalmente diverso con il nuovo certificato”.

Questo obbligo, assicura Firenze Angelici, mira a garantire che quante più persone possibile abbiano diritto alle riduzioni fiscali. “Se i contribuenti non sono riusciti ad ottenere un certificato di conformità, potranno comunque beneficiare quest’anno della riduzione d’imposta sulla base del certificato fornito dall’ente”precisa il portavoce.

Nonostante la FPS Finance chieda di utilizzare questo modello da diversi anni, esso concede ancora un periodo di tolleranza.

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori