Terza seduta consecutiva di rialzo per la Borsa di Parigi | TV5MONDE

Terza seduta consecutiva di rialzo per la Borsa di Parigi | TV5MONDE
Terza seduta consecutiva di rialzo per la Borsa di Parigi | TV5MONDE
-

Martedì la Borsa di Parigi ha proseguito la terza sessione di rialzi (+0,99%), ancora spinta dalle migliori prospettive degli investitori per un allentamento della politica monetaria dopo diverse settimane di dubbi.

L’indice di punta CAC 40 ha guadagnato 79,04 punti chiudendo a 8.075,68 punti. Il giorno prima aveva guadagnato lo 0,49%.

In un’agenda ancora priva di indicatori e alla vigilia di due giorni festivi in ​​Francia, anche se la Borsa di Parigi sarà aperta, gli investitori restano guidati dagli insegnamenti dell’ultimo rapporto sull’occupazione americana di venerdì, secondo Frédéric Ruf, esperto negli investimenti finanziari presso Milleis.

“I dati sull’occupazione non sono stati eccezionali, al di sotto delle aspettative”, il che è visto dagli investitori come un elemento positivo perché credono che ciò spingerà la Banca Centrale americana ad abbassare i tassi di riferimento nei prossimi mesi, spiega. Per questo indicatore, le “cattive notizie economiche” sono “buone notizie” per gli investitori, riassume.

Sul mercato obbligazionario, il tasso di interesse a 10 anni sulle obbligazioni francesi, la scadenza di riferimento, è sceso ulteriormente per finire intorno al 2,90%, il livello di chiusura più basso dal 15 aprile.

Da più di un mese, il CAC 40 oscilla tra 7.900 e 8.200 punti. “Abbiamo la sensazione che il mercato non voglia scendere” perché ad ogni calo “c’è un afflusso di investitori che vogliono approfittare del movimento per tornare sul mercato” dopo aver mancato la grande fase di rialzo tra ottobre e marzo , spiega il signor Ruf.

Gli investitori guardano anche ai risultati aziendali. Le banche francesi (Société Générale, +2,50% a 24,81 euro e BNP Paribas +2,01% a 69,60 euro) sono state sostenute dal rialzo delle previsioni finanziarie di UBS in Svizzera e Unicredit in Italia.

STMicroelectronics (+2,93% a 38,32 euro) ha beneficiato dei risultati positivi della tedesca Infineon.

Il gruppo Bouygues ha subito una perdita netta di 146 milioni di euro nel primo trimestre, ampliata di 12 milioni in un anno e superiore alle previsioni degli analisti intervistati da Factset.

Bouygues, tuttavia, ha confermato le sue prospettive per il 2024, con un portafoglio ordini significativo nel settore delle costruzioni.

La sua azione è scesa dell’1,56% a 34,80 euro.

Arkema ha sorpreso positivamente e ha guadagnato il 3,72% a 101,70 euro, il che permette al titolo di tornare quasi in pareggio (-1,26%) nel 2024.

Trasferimento a Clariane

Il gruppo di case di riposo private Clariane (ex Korian) ha annunciato lunedì di aver ricevuto una “promessa d’acquisto” dalla Fondation Santé Service per la vendita di “tutte le sue attività di ricovero a domicilio e i servizi di assistenza infermieristica a domicilio” in Francia. La sua azione è salita del 7,78% a 2,77 euro.

  1. EuronextCAC40

-

PREV DGI. Karim Zaitouni: “La fatturazione elettronica va ben oltre alcuni vantaggi immediati”
NEXT Ascent acquisisce una partecipazione in Dune Packaging, leader nel settore degli imballaggi in Kenya