Stati Uniti | Il funzionario della Fed avverte dell’aumento della disoccupazione

-

(Washington) Un funzionario della banca centrale americana (Fed) ha messo in guardia lunedì dal rischio di un aumento della disoccupazione negli Stati Uniti, a causa dei tassi che restano elevati per abbassare l’inflazione ancora troppo elevata.


Inserito alle 16:16



“A questo punto, l’inflazione non è l’unico rischio che affrontiamo”, ha avvertito la presidente della Fed di San Francisco Mary Daly in un discorso al Commonwealth Club World Affairs of California.

“Finora il mercato del lavoro si è adeguato lentamente e il tasso di disoccupazione è aumentato solo leggermente. Ma ci stiamo avvicinando a un punto in cui questo risultato favorevole potrebbe diventare meno probabile”, ha avvertito.

La Fed, dal luglio 2023, ha mantenuto i tassi nel range 5,25-5,50%, ai massimi dal 2001, per frenare l’inflazione. Ciò ha l’effetto di rallentare l’attività economica, e quindi l’occupazione.

Il tasso di disoccupazione è aumentato leggermente a maggio, al 4%, il più alto da gennaio 2022. Ma la creazione di posti di lavoro è stata molto maggiore del previsto.

“In questa fase abbiamo un buon mercato del lavoro, ma non un mercato effervescente”, e un eventuale “rallentamento del mercato del lavoro potrebbe comportare un aumento della disoccupazione”, ha inoltre indicato Mary Daly, che nel 2024 avrà il voto a rotazione diritti all’interno del comitato decisionale della Fed, il FOMC.

Ha sottolineato la necessità di “tenere d’occhio entrambi gli aspetti del nostro mandato – inflazione e piena occupazione”.

Perché l’inflazione rimane al di sopra dell’obiettivo del 2%.

“L’irregolarità dei dati sull’inflazione dall’inizio dell’anno non ha ispirato fiducia. […] È difficile sapere se siamo davvero sulla strada verso una stabilità duratura dei prezzi”, ha commentato il funzionario.

Dopo un rimbalzo quest’inverno, l’inflazione ha ripreso a scendere in aprile e maggio, al 3,3% su un anno a maggio rispetto al 3,4% di aprile, secondo l’indice CPI su cui sono indicizzate le pensioni.

L’indice PCE, una misura favorita dalla Fed, è rimasto stabile ad aprile al 2,7% su un anno. Venerdì verranno diffusi i dati di maggio.

-

PREV Dopo l’incidente mortale in un cantiere edile a Prilly, lo shock psicologico e le domande – rts.ch
NEXT Giornata internazionale non binaria: 14 luglio 2024