Rischio incendi boschivi: nuovamente vietati i fuochi all’aperto in alcune zone

Rischio incendi boschivi: nuovamente vietati i fuochi all’aperto in alcune zone
Rischio incendi boschivi: nuovamente vietati i fuochi all’aperto in alcune zone
-

Il divieto entrerà in vigore a partire da giovedì a mezzogiorno, ha indicato la Società per la protezione delle foreste dagli incendi (SOPFEU) in un comunicato stampa diffuso lo stesso giorno.

Sul lato della costa nord, la misura riguarda Manicouagan, per la sua parte a est del fiume Manicouagan e per la sua parte dell’isola René-Levasseur, Sept-Rivières, Caniapiscau, solo per la sua parte dell’isola René-Levasseur, Minganie, compresa l’Isola di Anticosti e il Golfo di Saint-Laurent.

Per Bas-Saint-Laurent, La Matapédia, La Matanie, La Mitis, Rimouski-Neigette e Les Basques non potranno avere fuochi all’aperto nella foresta.

Nella regione Gaspésie-Îles-de-la-Madeleine, sono prese di mira anche Le Rocher-Percé, La Côte-de-Gaspé, La Haute-Gaspésie, Bonaventure e Avignone.

Secondo SOPFEU, in Quebec sono attualmente attivi 3 incendi nella zona di protezione intensiva.

VEDI ANCHE | Rischio molto elevato di incendi boschivi a Saguenay–Lac-Saint-Jean

Il divieto di accendere fuochi all’aperto o nelle vicinanze delle foreste era in vigore all’inizio di giugno, dal 4 al 14 giugno. Il governo Legault lo aveva completamente revocato perché tutti gli incendi boschivi erano sotto controllo. Al momento in cui scrivo, nella provincia erano attivi solo tre incendi boschivi, ma il caldo intenso colpì il Quebec da diversi giorni.

Dall’inizio della stagione di protezione, 183 incendi boschivi hanno interessato 11.971 ettari, calcola la SOPFEU, che ritiene che la sua campagna pubblicitaria “Evitiamo gli incendi evitabili” e il ricordo della drammatica stagione degli incendi boschivi del 2023 abbiano contribuito a diminuire lo scorso maggio il numero di incendi dovuti alla negligenza umana in Quebec.

Considerando le condizioni meteorologiche dello scorso maggio, avremmo potuto aspettarci altri 40 incendi boschivi in ​​Quebec. Nel mese di maggio la provincia ha infatti subito 68 “incendi della vegetazione” che hanno colpito 79,1 ettari di foresta, la metà della media degli ultimi dieci anni.

Il mese di maggio si è rivelato più piovoso del normale e caratterizzato dall’alternanza di alcuni giorni consecutivi di bel tempo, seguiti da temporali e abbondanti precipitazioni. Tuttavia, queste condizioni meteorologiche avrebbero dovuto essere favorevoli alla comparsa di ulteriori incendi boschivi

Tuttavia, le principali cause dei 68 incendi osservati a maggio restano i mozziconi di sigaretta gettati a terra (12 incendi), i fuochi di bivacco scarsamente spenti (nove) e l’incendio di rifiuti (sette incendi). Solo sei incendi sono stati provocati da un fulmine.

Con informazioni di Guillaume Théroux per Noovo Info e The Canadian Press.

-

PREV Donald Trump seduce la Silicon Valley, storicamente bastione democratico – rts.ch
NEXT Il prezzo di questa supercar americana è esploso, non crederai ai tuoi occhi!